Arte Attualita' ed eventi Cultura Moda Musica Rassegne, fiere e sagre
Terrae Motus in cantiere Terrae Motus in cantiere
Mercoledì 1° giugno 2016 apre al pubblico alla Reggia di Caserta l'allestimento provvisorio della collezione Terrae Motus, raccolta con opere di decine di artisti testimonianza di una reazione personale e collettiva al terremoto dell'Irpinia del 1980

Terrae Motus in cantiereLa collezione è composta di 72 opere, per lo più di grandi dimensioni, e assume rilievo internazionale per l'unità di tema e di tempo nonché per l'importanza degli artisti coinvolti.

Nel 1993 fu affidata in legato da Amelio alla Reggia di Caserta, che assunse l'obbligo di esporla in maniera permanente e completa.

Ora, con la cessione al MiBACT da parte dell'Aeronautica e della Scuola di Amministrazione di notevoli spazi al piano nobile del complesso vanvitelliano, si può dare seguito al sogno del gallerista. La collezione viene infatti esposta per buona parte nella grande sala che, dietro la Cappella Palatina, segue gli appartamenti storici aperti al pubblico, e si configura dunque come il loro proseguimento nei nuovi territori della Reggia disponibili per l'arte e la cultura, che in futuro saranno destinati, oltre che a Terrae Motus, a spazi per mostre temporanee, laboratori d'arte e al nuovo centro congressi della Reggia.

L'allestimento è provvisorio e permette di vedere tutte le opere senza attendere che sia completato il percorso “finanziamento/progetto/cantiere”, che richiederà almeno due anni. Ma non solo: la riconsegna immediata alla comunità della collezione farà sì che l'allestimento permanente e l'ordinamento finale delle opere venga elaborato nel vivo di un confronto critico aperto, trasparente e allargato, capace di coinvolgere anche il grande pubblico.

Quando aprirà il cantiere per realizzare la presentazione finale di Terrae Motus negli spazi restaurati, per un anno la collezione potrà essere esposta in alcune grandi capitali del mondo, contribuendo all'arricchimento della cultura figurativa internazionale e alla fama della Campania e dell'Italia nel mondo.

Il nuovo allestimento è promosso dalla Reggia di Caserta con il supporto della Regione Campania, tramite Scabec e Fondazione Donnaregina, della Camera di Commercio, Industria, Agricoltura e Artigianato di Caserta, della Confindustria di Caserta e di Ferrarelle.

All'esposizione si accede con il biglietto della Reggia, senza alcuna maggiorazione. La collezione è aperta tutti i giorni tranne il martedì dalle 09.30 alle 17.30 e si accede dal percorso del piano nobile. Il 1° giugno gli appartamenti storici e Terrae Motus resteranno aperti fino alle 22.30, il biglietto per la sera è acquistabile dopo le ore 18.00 a 9 euro.

Terrae Motus in cantiere
 
Regione
Provincia
Categoria
Reset
Zapping
Perchè amo il mio peccato - Roma, Teatro Kopò 26-28 maggio Perchè amo il mio peccato - Roma, Teatro Kopò 26-28 maggio
Ritorna in scena “Perchè amo il mio peccato” diretto da Diego Placidi al Teatro Kopó di Roma dal 26 al 28 maggio con Ilaria Libianchi, Clara Raffuzzi, Mauro Tiberi e Marica Pace
Coppa Procuratoria Venezia Dall’antica alla nuova Via della Seta
Dal 31 marzo al 2 luglio 2017 al Museo d'Arte Orientale di Torino una grande mostra che ripercorre la storia millenaria dei rapporti tra l’Oriente e l’Europa, 70 opere a rappresentare la storia millenaria dei rapporti tra la Cina e l’Occidente
Trasimeno Music Festival Trasimeno Music Festival 2017 dal 28 giugno al 4 luglio
Dal 28 giugno al 4 luglio 2017 si svolgerà la tredicesima edizione del Trasimeno Music Festival organizzato dall’omonima associazione e con la direzione artistica della pianista canadese Angela Hewitt.
Acque Rotte Festival Acquedotte 2017 - 3ª edizione
Sono dieci gli appuntamenti musicali della terza edizione del Festival AcqueDotte, la rassegna estiva in programma dal 7 luglio al 17 settembre tra Cremona e Salò; la musica invade le due località lombarde, unite da gocce vitali e note musicali.
©AptGenova - Primocanale Guida alla città di Genova
Sesta città d'Italia per importanza; il suo porto è uno tra i primi dell'Europa meridionale. La provincia di Genova è una delle mete turistiche più visitate della Liguria, grazie alle sue bellezze artistiche, ai suoi paesaggi ed alle sue spiagge.
Ponte delle Catene - Bagni di Lucca (Archivio Fotografico APT - PGMedia) Guida alla città di Lucca
Si dice che gli abitanti della Piana di Lucca costruivano "come se la loro unica preoccupazione fosse la bellezza". Il paesaggio è vario, ricco di vita così come di silenzi: sentieri attraversano boschi, valli e pittoreschi borghi medievali.
Copyright © 2004-2017 MEMOKA P.IVA 08522530966 Tutti i diritti riservati.