Arte Attualita' ed eventi Cultura Moda Musica Rassegne, fiere e sagre
Musei di carta Musei di carta: l’immagine dell’antico in Valdichiana tra il XV e XIX secolo
Dal 3 luglio al 30 settembre 2017, al museo archeologico nazionale di Chiusi un percorso tra documenti, libri antichi e reperti archeologici, ricompresi in un periodo che va dal XV al XIX secolo, arrivando talvolta a toccare il XX secolo

Musei di carta

E’ una mostra itinerante, frutto di un più ampio progetto che lega comuni della Valdichiana senese e aretina, allestita presso la Casa della Cultura, che accoglie l’Archivio storico del Comune di Chiusi e la Biblioteca, e nei tre musei cittadini, il Museo Nazionale Etrusco, il Museo civico “La Città Sotterranea” e il Museo della Cattedrale.

La scelta di una mostra di testi antichi ospitata nei luoghi simbolo della cultura della Città etrusca, oltre ad evidenziare la proficua e sinergica collaborazione tra enti pubblici e privati, ha l’obiettivo di valorizzare il patrimonio documentale e bibliografico conservato a vario titolo da queste istituzioni e, talvolta, dalle stesse prodotto, quale fonte di ricostruzione storica.
Documenti che interagiscono sapientemente con i reperti esposti nei musei o che cercano di ricostruire con l’Archeologia di carta monumenti perduti o solo immaginati, percorsi etruschi e cristiani che si intrecciano e si completano a vicenda a testimoniare la loro importanza nella storia locale.

Un percorso tra documenti, libri antichi e reperti archeologici, ricompresi in un periodo che va dal XV al XIX secolo, arrivando talvolta a toccare il XX secolo, che non obbliga il visitatore a seguire uno specifico itinerario, ma che consente di conoscere il passato attraverso le sue fonti cartacee e rende disponibile una chiave di lettura diversa di alcuni dei materiali presenti nei musei posti in correlazione con la propria storia antiquaria.

I testi esposti presso il Museo Nazionale Etrusco di Chiusi sono passati all’istituzione attraverso la statizzazione del locale museo civico, e sono conseguenti all’attività della Commissione Archeologica municipale della seconda metà dell’Ottocento o frutto di lasciti e donazioni.
Sono documenti che illustrano con dovizia di particolari gli aspetti del collezionismo, dell’antiquaria e dell’archeologia chiusina tra XVI e XX secolo.
Il percorso del Museo Nazionale è curato da Maria Angela Turchetti, in collaborazione con Edoardo Albani, Elisa Salvadori, Roberto Sanchini, Rossana Neri e il personale del Museo.

 

Costo del biglietto: € 6,00; Riduzioni: € 3,00; Per informazioni +39 0578 20177
Prenotazione: Nessuna
Luogo: Chiusi, Museo archeologico nazionale di Chiusi
Indirizzo: via Porsenna, 93 53043 - Chiusi (SI)
Orario: 9.00 - 20.00
Telefono: +39 0578 20177
E-mail: mariangela.turchetti@beniculturali.it

Musei di carta
 
Regione
Provincia
Categoria
Reset
Zapping
Ferrara Buskers Festival 2017 Ferrara Buskers Festival 2017
Dal 17 al 27 agosto c’è la 30esima Rassegna Internazionale del Musicista di Strada, con la partecipazione di oltre 1000 artisti provenienti da tutto il pianeta e circa 100 spettacoli al giorno open air, tutti gratuiti.
Il Liberty e la rivoluzione europea delle arti Il Liberty e la rivoluzione europea delle arti
Oltre 200 tra le più significative opere del Museo delle Arti Decorative di Praga, esposte dal 23 giugno 2017 al 7 gennaio 2018 in una mostra di grande fascino nelle sedi, tra loro contigue, delle Scuderie e del Museo storico del Castello di Miramare
Locus Festival 2017 Locus Festival 2017
Dal 2005 a Locorotondo, in quel magico angolo di Puglia chiamato Valle d’Itria, il Locus festival si è sempre distinto nel panorama italiano, posizionandosi fra i festival musicali più all’avanguardia in Italia.
Acque Rotte Festival Acquedotte 2017 - 3ª edizione
Sono dieci gli appuntamenti musicali della terza edizione del Festival AcqueDotte, la rassegna estiva in programma dal 7 luglio al 17 settembre tra Cremona e Salò; la musica invade le due località lombarde, unite da gocce vitali e note musicali.
Genova Guida alla città di Genova
Sesta città d'Italia per importanza; il suo porto è uno tra i primi dell'Europa meridionale. La provincia di Genova è una delle mete turistiche più visitate della Liguria, grazie alle sue bellezze artistiche, ai suoi paesaggi ed alle sue spiagge.
Villa Mansi - Monte Segromigno (Archivio Fotografico APT - PGMedia) Guida alla città di Lucca
Si dice che gli abitanti della Piana di Lucca costruivano "come se la loro unica preoccupazione fosse la bellezza". Il paesaggio è vario, ricco di vita così come di silenzi: sentieri attraversano boschi, valli e pittoreschi borghi medievali.
Copyright © 2004-2017 MEMOKA P.IVA 08522530966 Tutti i diritti riservati.