Biennale Architettura 2018 Biennale Architettura 2018 - Freespace
Yvonne Farrell e Shelley McNamara sono le curatrici della 16ma Mostra Internazionale di Architettura, che si svolge dal 26 maggio al 25 novembre 2018 ai Giardini e all’Arsenale e in vari luoghi di Venezia.
Immagini Correlate (1)

LA MOSTRA INTERNAZIONALE

«Con l'obiettivo di promuovere il "desiderio" di architettura» il Presidente Baratta ha spiegato che questa edizione a cura di Yvonne Farrell e Shelley McNamara pone al centro dell’attenzione la questione dello spazio libero e gratuito che può essere generato quando il progetto è ispirato da generosità. La volontà di creare freespace può risultare, in modo specifico, come caratteristica propria di singoli progetti. Ma il free space diventa paradigma, in quanto rivela la presenza o l’assenza in genere dell’architettura, se intendiamo come architettura il pensiero applicato allo spazio nel quale viviamo e abitiamo. Il free space è segno di più alta civiltà dell’abitare, espressione della volontà di accoglienza. Naturalmente la generosità non può solo essere auspicata, l’attrezzatura culturale e istituzionale di una comunità deve saperla riconoscere, deve desiderarla, sollecitarla e promuoverla. La Mostra ci darà esempi e motivi di discussione. Siamo grati alle Curatrici per avere accettato il nostro invito e per la coraggiosa impostazione che hanno dato alla Mostra, che arricchisce la catena di quelle tenute in tutti questi anni, con un anello importante, quasi un traguardo.

Il Manifesto FREESPACE è il punto di riferimento per la realizzazione della Mostra: «Si è dimostrato uno strumento solido» hanno dichiarato Yvonne Farrell e Shelley McNamara «che ci è servito come misura e come guida per trovare una coesione nella diversità di un’esposizione di così grandi dimensioni.»

La Mostra FREESPACE si articola tra il Padiglione Centrale ai Giardini e l’Arsenale, includendo 71 partecipanti.
Ai 71 partecipanti sono affiancati quelli raccolti in due sezioni speciali: la prima, nel numero di 16 partecipanti, si intitola Close Encounter, meetings with remarkable projects e presenta lavori che nascono da una riflessione su progetti noti del passato; la seconda, nel numero di 13 partecipanti, dal titolo The Practice of Teaching, raccoglie lavori sviluppati nell’ambito dell’insegnamento.

«Abbiamo affrontato questa mostra in qualità di architetti – spiegano le Curatrici - considerando gli edifici come luoghi specifici, come il nostro contesto. L’abbiamo progettata in modo da rivelare le qualità delle Corderie, delle Artiglierie e del Padiglione Centrale. Siamo arrivate a credere che gli edifici stessi siano diventati i primi partecipanti di FREESPACE. Era nostra intenzione che la dimensione eroica delle Corderie, con la loro struttura ripetuta in mattoni e la loro luce malinconica, contrastasse con la luminosità della luce allo zenit nel Padiglione Centrale. L’atmosfera così diversa all’interno di questi edifici ha influenzato e arricchito la nostra strategia curatoriale. Ci è piaciuto l’effetto che, grazie a queste loro qualità, gli spazi hanno avuto sulle nostre scelte e sulla collocazione dei partecipanti.»
«Abbiamo scoperto inventiva e creatività a livello micro e macroscopico: edifici storici liberati dall’intelligenza degli architetti, edifici dimenticati rivisitati e riportati in vita, tipologie trasformative di abitazione, esigenze infrastrutturali tradotte in strutture pubbliche e civiche.»
«Apprezziamo enormemente l’impegno e la grandissima passione dimostrati dai partecipanti. È stata una rivelazione vedere come architetti provenienti da tutto il mondo abbiano dato risposte così diverse a seconda delle condizioni culturali e climatiche, a seconda delle differenze economiche e delle tecniche costruttive. Al contempo, è importante sottolineare che al centro dei vari lavori dei singoli architetti c’è il rispetto comune per la “Terra come Cliente”, elemento fondamentale del nostro Manifesto FREESPACE.»
«La nostra ambizione per questa Biennale - concludono le Curatrici - è che si celebri e si esamini l’architettura attraverso progetti con contenuti significativi e utili, che gli architetti di ogni parte del mondo si riuniscano per interrogarsi sulla professione, che idee complesse vengano rese comprensibili e il pubblico curioso possa uscire rinvigorito dall’architettura.» 

PAESI ed EVENTI COLLATERALI

La Mostra è affiancata da 63 Partecipazioni nazionali negli storici Padiglioni ai Giardini, all’Arsenale e nel centro storico di Venezia. Sono 6 i paesi presenti per la prima volta alla Biennale Architettura: Antigua & Barbuda, Arabia Saudita, Guatemala, Libano, Pakistan, e Santa Sede (con un proprio padiglione sull’Isola di San Giorgio Maggiore).

Il Padiglione Italia alle Tese delle Vergini in Arsenale, sostenuto e promosso dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, Direzione Generale Arte e Architettura Contemporanee e Periferie Urbane, è curato Mario Cucinella, con il titolo di Arcipelago Italia.

Per questa edizione si prevedono 12 Eventi Collaterali, proposti da enti e istituzioni internazionali, che presentano le loro mostre e iniziative a Venezia in concomitanza con la 16. Mostra Internazionale di Architettura.

PROGETTI SPECIALI

Sono due i Progetti Speciali della Biennale Architettura di quest’anno:
- il Progetto Speciale Forte Marghera a Mestre, a cura di Yvonne Farrell e Shelley McNamara,
consiste in un’installazione degli architetti Sami Rintala e Dagur Eggertsson. Realizzata in legno e situata sulle rive di un bacino d’acqua, la struttura ospiterà anche alcune manifestazioni in programma a Forte Marghera.
- il Progetto Speciale Padiglione delle Arti Applicate, a cura di Christopher Turner e Olivia Horsfall Turner presso le Sale d’Armi dell’Arsenale, è reso possibile grazie alla collaborazione tra La Biennale di Venezia e il Victoria and Albert Museum di Londra, che si rinnova per il terzo anno consecutivo. La mostra si interroga sul futuro del social housing, presentando un frammento del complesso di case popolari Robin Hood Gardens, progettato da Alison e Peter Smithson a est di Londra e completato nel 1972.

MEETINGS ON ARCHITECTURE

La Biennale Architettura 2018 è accompagnata per tutto il periodo di apertura da un programma
di conversazioni: i Meetings on Architecture, a cura di Farrell e McNamara, costituiscono l’opportunità di discutere le diverse interpretazioni del Manifesto FREESPACE e di ascoltare dal vivo le voci dei protagonisti della Mostra.
Il programma dei Meetings è integrato dai contributi dei paesi partecipanti e da un calendario di incontri organizzati in collaborazione con altre istituzioni, come la London School of Economics/Cities e Alfred Herrhaussen Gesselschaft, con il Victoria and Albert Museum di Londra, con il Cortile dei Gentili. Infine, l’Archivio Storico della Biennale di Venezia ha in programma una giornata di studi sull’architettura negli archivi.
Il programma dettagliato degli appuntamenti è disponibile online sul sito della Biennale.
BIENNALE SESSIONS, il progetto per le Università
Si rinnova per il nono anno consecutivo, e dopo il successo delle edizioni precedenti, il progetto Biennale Sessions che La Biennale dedica alle istituzioni operanti nella ricerca e nella formazione nel campo dell’architettura, delle arti e nei campi affini, Università e Accademie. L'obiettivo è quello di offrire una facilitazione a visite di tre giorni da loro organizzate per gruppi di almeno 50 tra studenti e docenti, con la possibilità di organizzare seminari in luoghi di mostra offerti gratuitamente e assistenza all'organizzazione del viaggio e soggiorno.

EDUCATIONAL

La Biennale di Venezia, nel corso dell’ultimo decennio, ha dato crescente importanza all’attività formativa, sviluppando un forte impegno nelle attività cosiddette “Educational” verso il pubblico delle Mostre, le università, i giovani e i ragazzi delle scuole di ogni ordine e grado.
Negli ultimi due anni, con le due grandi Mostre, la 15. Mostra Internazionale di Architettura e la
57. Esposizione Internazionale d’Arte, sono stati complessivamente 108.297 i soggetti coinvolti, di
cui 65.823 i giovani partecipanti alle attività Educational. Anche per il 2018 è prevista un’ampia offerta, che si rivolge a singoli e gruppi di studenti, bambini, adulti, famiglie, professionisti, aziende e università. Tutte le iniziative puntano sul coinvolgimento attivo dei partecipanti, sono condotte da operatori selezionati e formati dalla Biennale e si suddividono in Percorsi Guidati e Attività di Laboratorio. 

catalogo

L'OFFERTA EDITORIALE

Il catalogo ufficiale, dal titolo FREESPACE, è composto di due volumi.

Il Volume I, a cura di Yvonne Farrell e Shelley McNamara, è dedicato alla Mostra Internazionale.
Il Volume II è dedicato alle Partecipazioni Nazionali, ai Progetti Speciali e agli Eventi Collaterali. La Guida della Mostra è studiata editorialmente per accompagnare il visitatore lungo il percorso espositivo. Il progetto grafico dell’immagine coordinata della Biennale Architettura 2018 e il layout dei volumi sono a firma di Atelier David Smith, Dublin. David Smith e Oran Day.

IL PARTNER E GLI SPONSOR

La 16. Mostra è realizzata con il sostegno di Rolex, Partner e Orologio Ufficiale della manifestazione.

Si ringraziano gli Sponsor della 16. Mostra: Artemide, Edison, JTI (Japan Tobacco International), Vela - Venezia Unica, Oakmount, Paola Lenti, Seguso Vetri d’Arte e Trenitalia Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane.

Ringraziamenti a Cleary Gottlieb Steen & Hamilton LLP.

Si ringrazia il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, le Istituzioni del territorio che in vario modo sostengono La Biennale, il Comune di Venezia, la Regione del Veneto, la Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per il Comune di Venezia e Laguna, la Marina Militare.
Un ringraziamento va ai Donor, importanti nella realizzazione della 16. Mostra.

Sito web ufficiale della Biennale Architettura 2018: www.labiennale.org
Hashtag ufficiale: #BiennaleArchitettura2018 #Freespace

Lista dei partecipanti

Aravena Alejandro, Cile, 1967 (n. 27)
Arteaga Gonzalo, Cile, 1977 (n. 27)
Bailey Thomas, Australia, 1977 (n. 57)
Barclay Samuel, USA, 1977 (n. 19)
Barclay Sandra, Perù, 1967 (n. 12)
Baynes Megan, Australia, 1978 (n. 57)
Bekemans Laurens, Belgio, 1986 (n. 13)
Bergmann Kai-Uwe, Germania (n. 15)
Binning James, UK, 1987 (n. 9)
Brooks Alison, Canada, 1961 (n. 2)
Burkhalter Marianne, Svizzera (n. 16)
Callís Joan, Spagna, 1965 (n. 14)
Caminada Gion A., Svizzera ,1987 (n. 32)
Caruso Adam, Canada, 1962 (n. 18)
Cerda Juan, Cile, 1980 (n. 27)
Chipperfield David, UK, 1953 (n. 22)
Christoffersen Thomas, Danimarca (n. 15)
Coeckelberghs Nicolas, Belgio, 1986 (n. 13)
Collingridge Fenella, UK, 1964 (n. 59)
Crousse Jean-Pierre, Perù, 1963 (n. 12)
Crump Nathan, Australia, 1979 (n. 57)
Dall Amica, UK, 1987 (n. 9)
de Blacam Shane, Irlanda, 1945 (n. 23)
De Cooman Ken, Belgio, 1983 (n. 13)
de Vylder Jan, Belgio, 1968 (n. 7)
Decq Odile, Francia, 1955 (n. 65)
Degreef Wes, Belgio, 1986 (n. 13)
Deuber Angela, Germania, 1975 (n. 6)
Diller Elizabeth, Polonia, 1954 (n. 24)
Dorman Ewout, Olanda, 1966 (n. 21)
Dwyer Meaghan, Australia, 1969 (n. 38)
Edgerley Alice, UK, 1987 (n. 9)
Edgerley Fran, UK, 1987 (n. 9)
Eggertsson Dagur, Islanda, 1965 (n. 54)
Ekström Lisa, Svezia, 1986 (n. 61)
Emerson Tom, Francia, 1972 (n. 1)
Engi Meacock Anthony, UK, 1987 (n. 9)
Felger Christoph, Germania, 1967 (n. 22)
Flores Ricardo, Argentina, 1965 (n. 30)
Galfetti Aurelio, Svizzera, 1936 (n. 11)
Gang Jeanne, USA, 1964 (n. 64)
Garcia de Paredes Angela, Spagna, 1958 (n. 50)
Gardell Erik, Svezia, 1980 (n. 61)
Geenen Anne, Olanda, 1986 (n. 19)
Gilmartin Benjamin, USA, 1970 (n. 24)
Golberg Torunn, Norvegia, 1966 (n. 37)
Gong Dong, Cina, 1972 (n. 69)
Grasso Cannizzo Maria Giuseppina, Italia, 1948 (n. 43)
Gumuchdjian Philip, Svizzera, 1958 (n. 34)
Håkansson Mats, Svezia, 1981 (n. 61)
Hall Alastair, UK, 1969 (n. 35)
Halligan Joseph, UK, 1988 (n. 9)
Hatz Elizabeth, Svezia, 1953 (n. 28)
Heringer Anna, Germania, 1977 (n. 63)
Hutton Louisa, UK, 1957 (n. 60)
Ilonen Pia, Finlandia, 1957 (n. 66)
Ingels Bjarke, Danimarca (n. 15)
Issler Hall Jane, UK, 1987 (n. 9)
Ito Toyo, Corea, 1941 (n. 68)
Jensen Jan Olav, India, 1959 (n. 37)
Jensen Vibeke, Norvegia, 1964 (n. 54)
Jones Lewis, UK, 1987 (n. 9)
Juaçaba Carla, Brasile, 1976 (n. 17)
Khelil Karim, UK, 1988 (n. 9)
Koch Torstein, Norvegia, 1969 (n. 37)
Klok Pedersen Andreas, Danimarca (n. 15)
Krotiris Bill, Grecia, 1962 (n. 38)
Lacaton Anne, Francia, 1955 (n. 41)
Lange Jakob, Danimarca (n. 15)
Leung Matthew, UK, 1988 (n. 9)
Lisogorskaya Maria, Russia, 1987 (n. 9)
Lobo Inês, Portogallo, 1966 (n. 36)
Long Kieran, UK, 1977 (n. 40)
Lu Wenyu, Cina, 1967 (n. 4)
Lukander Martti, Finlandia, 1964 (n. 66)
Lukander Minna, Finlandia, 1965 (n. 66)
Macdonald Stephanie, UK, 1966 (n. 1)
Maini Søgaard, Sheela, Danimarca (n. 15)
Maltzan Michael, USA, 1959 (n. 47)
Mandrup Dorte, Danimarca, 1961 (n. 26)
Manfredi Michael, Italia (n. 71)
Matharoo Gurjit Singh, India, 1966 (n. 46)
Matin Andra, Indonesia, 1962 (n. 5)
McCarter Robert, USA, 1955 (n. 56)
McKnight Ian, UK, 1971 (n. 35)
McLaughlin Níall, Svizzera, 1962 (n. 48)
Meagher John, Irlanda, 1947 (n. 23)
Mee Stefan, Australia, 1969 (n. 38)
Mehrotra Nondita Correa, India, 1962 (n. 55)
Mehrotra Rahul, India, 1959 (n. 55)
Mendes da Rocha Paulo, Brasile, 1928 (n. 51)
Moneo Rafael, Spagna, 1937 (n. 53)
Montiel Rozana, Messico, 1972 (n. 58)
Müller Harald, Germania, 1961 (n. 22)
Nedelcu Elena, Romania, 1975 (n. 14)
Nielsen Frants, Danimarca, 1973 (n. 26)
Nishizawa Ryue, Giappone, 1966 (n. 39)
Nørkjær Finn, Danimarca (n. 15)
Oddó Victor, Cile, 1975 (n. 27)
O’Donnell Sheila, Irlanda, 1953 (n. 49)
Örn Johan, Svezia, 1974 (n. 40)
Patel Payal, India, 1983 (n. 55)
Pedrosa Ignacio G., Spagna, 1957 (n. 50)
Peretti Laura, Italia, 1961 (n. 42)
Phersson Joel, Svezia, 1982 (n. 61)
Pinós Carme, Spagna, 1954 (n. 29)
Pogacnik Marco, Slovenia, 1958 (n. 16)
Prats Eva, Spagna, 1965 (n. 30)
Pronkhorst Annuska, Olanda, 1978 (n. 21)
Provoost Michelle, Olanda, 1964 (n. 21)
Puntoni Alvaro, Brasile, 1965 (n. 33)
Reichert Martin, Germania, 1967 (n. 22)
Renfro Charles, USA, 1964 (n. 24)
Rich Peter, Sudafrica, 1945 (n. 52)
Rintala Sami, Finlandia, 1969 (n. 54)
Rosário João, Portogallo, 1974 (n. 36)
Ross John, UK, 1981 (n. 1)
Rots Simone, Olanda, 1969 (n. 21)
Salter Peter, UK, 1947 (n. 59)
Sand Jakob, Danimarca (n. 15)
Sauerbruch Matthias, Germania, 1955 (n. 60)
Schad Eva, Germania, 1967 (n. 22)
Schenk Beat, Svizzera (n. 15)
Schulz Louis, UK, 1988 (n. 9)
Schwarz Alexander, Germania, 1967 (n. 22)
Scofidio Ricardo, USA, 1935 (n. 24)
Sejima Kazuyo, Giappone, 1956 (n. 39)
Siza Vieira Álvaro, Portogallo, 1933 (n. 3)
Skodvin Børre, Norvegia, 1960 (n. 37)
Smith Giles, UK, 1987 (n. 9)
Sodré João, Brasile, 1978 (n. 33)
Souto de Moura Eduardo, Portogallo, 1952 (n. 62)
Stephens Robert, USA, 1984 (n. 55)
Sterlitz Paloma, UK, 1987 (n. 9)
St John Peter, UK, 1959 (n. 18)
Sumi Christian, Svizzera, 1950 (n. 16)
Sundlin Daniel, Svezia (n. 15)
Tabassum Marina, Bangladesh, 1969 (n. 45)
Tagliabue Benedetta, Italia, 1963 (n. 14)
Taillieu Jo, Belgio, 1971 (n. 7)
Taylor-Foster James, UK, 1993 (n. 40)
Tezuka Takaharu, Giappone, 1964 (n. 67)
Tezuka Yui, Giappone, 1969 (n. 67)
Torres Diego, Perù, 1979 (n. 27)
Torzo Francesca, Italia, 1975 (n. 31)
Tuomey John, Irlanda, 1954 (n. 49)
Van Hee Marie-José, Belgio, 1950 (n. 44)
Vanstiphout Wouter, Belgio, 1967 (n. 21)
Vassal Jean Philippe, Marocco, 1954 (n. 41)
Vinck Inge, Belgio, 1972 (n. 7)
Vo Trong Nghia, Repubblica Socialista del Vietnam, 1976 (n. 70)
Wang Shu, Cina, 1963 (n. 4)
Wardle John, Australia, 1956 (n. 38)
Watson Owen, UK, 1985 (n. 1)
Weiss Marion, USA (n. 71)
Wilkins Cassandra, USA, 1966 (n. 21)
Williams Jane, Australia, 1969 (n. 38)
Willis Adam, UK, 1986 (n. 9)
Wolgers Axel, Svezia, 1983 (n. 61)
Xu Tiantian, Cina, 1975 (n. 25)
Yang Brian, USA (n. 15)
Young Juan Lucas, Argentina, 1963 (n. 60)
Zahle David, Danimarca (n. 15)
Zorec Maruša, Slovenia, 1965 (n. 8)
Zucchi Cino, Italia, 1955 (n. 20)
Zumthor Peter, Svizzera, 1943 (n. 10)

Informazioni per il Pubblico

Venezia, Giardini e Arsenale, 26 maggio - 25 novembre 2018
Chiuso il lunedì (escluso lunedì 28 maggio, 13 agosto, 3 settembre e 19 novembre)
Giardini e Arsenale (Campo della Tana)
h. 10.00 – 18.00 (ultimo ingresso: h. 17.45)
Biglietteria h. 10-17.30
Solo sede Arsenale: venerdì e sabato fino al 29 settembre chiusura alle h. 20
Biglietteria ore 10 – 19.30 (ultimo ingresso ore 19.45)
Prevendite e info biglietti
www.labiennale.org (tariffe promozionali disponibili)
BIGLIETTI E ACCREDITI
I biglietti plus sono validi per più ingressi per 2 giorni consecutivi in entrambe le sedi espositive (Giardini e Arsenale, giorni di chiusura esclusi), i biglietti regular sono validi per un solo ingresso in ciascuna sede espositiva anche in giorni non consecutivi. Gli accrediti sono validi per più ingressi in entrambe le sedi – durata a seconda della tipologia scelta.
BIGLIETTI Plus*
Intero Plus € 30
Ridotto Plus studenti e/o under 26 € 22
*acquisto e utilizzo previa presentazione di un valido documento d’identità
BIGLIETTI Regular
Intero € 25
Ridotto € 22 (per maggiori dettagli www.labiennale.org)
Ridotto € 20 (over 65, residenti Comune di Venezia, su presentazione del biglietto di Biennale Danza/Teatro/Musica e su presentazione dell’abbonamento Biennale Cinema 2018)
Ridotto Studenti e/o Under 26 € 15 (con documento valido)
Formula 3 € 42 (3 persone di cui almeno 1 under 16 + € 14 per ogni biglietto aggiuntivo under 16)
Ridotto Gruppo Adulti € 16°
Ridotto Gruppo Studenti scuole secondarie € 10°
Ridotto gruppo Studenti università € 14°
°(min. 10 persone, prenotazione obbligatoria almeno 10 giorni prima della visita)
Ridotto gruppo studenti Università convenzionate aderenti al progetto “Biennale Sessions” € 20 (min. 50 persone, prenotazione obbligatoria. Biglietto valido per entrambe le sedi espositive per 3 giorni consecutivi)
ACCREDITI*
Accredito € 85
Accredito Ridotto € 50 (per residenti nel comune di Venezia)
Accredito Studenti e/o under 26 € 45
Accredito settimanale € 40
*acquisto e utilizzo previa presentazione di un valido documento d’identità
INGRESSO GRATUITO
Bambini fino ai 6 anni compiuti, accompagnatori di persone con invalidità certificata, studenti delle scuole primarie e secondarie di primo grado che usufruiscono dei servizi educational
EDUCATIONAL
Visite guidate, attività di laboratorio pratico e teorico, itinerari tematici, percorsi di approfondimento, atelier creativi. Disponibili in italiano e in diverse lingue straniere. Durata media 1h 45’, 2h. Prenotazione e pagamento anticipato. Biglietto di ingresso alla mostra non incluso.
VISITE GUIDATE CON PRENOTAZIONE
Adulti 1 sede € 90 - 2 sedi € 150
Università 1 sede € 70 - 2 sedi € 120
Scuole Secondarie di II grado 1 sede € 60 - due sedi € 100
Scuole Secondarie di I grado e Primarie 1 sede € 60
Scuole dell’Infanzia 1 sede € 50
Atelier creativi per le famiglie costo a bambino 1 sede € 5
VISITE GUIDATE SENZA PRENOTAZIONE
(per visitatori non in gruppo)
Partenze fisse in italiano e inglese sede Giardini e sede Arsenale:
€ 7 per ciascuna sede
per disponibilità e acquisto consultare: www.labiennale.org
SERVIZI PER IL PUBBLICO Bar, ristorante, bookshop
Sono ammessi animali al guinzaglio di piccola/media taglia solo nell’area verde dei Giardini Arsenale Infopoint, guardaroba gratuito, noleggio gratuito passeggino, fasciatoio, family area Non sono ammessi animali.
Giardini Infopoint, guardaroba gratuito, fasciatoio
Sono ammessi animali al guinzaglio di piccola/media taglia
CATALOGO
Pubblicato da La Biennale di Venezia
SITO WEB
www.labiennale.org
INFORMAZIONI
T +39 041 5218 828
Fax +39 041 5218 732
(lun-ven 10-13.30 e 14.30-17:30; sab 10-13.30)
promozione@labiennale.org
PRENOTAZIONI
Visite guidate private, gruppi adulti, gruppi scuole di ogni grado e Università: prenotabili sul sito www.labiennale.org
Punti Vendita VeneziaUnica
Tronchetto, Piazzale Roma, Ferrovia, Rialto, San Marco, Lido, Mestre
info: www.vivaticket.it
COME RAGGIUNGERE LE SEDI ESPOSITIVE
da Piazzale Roma / Ferrovia:
per Arsenale: linee ACTV 1, 4.1
per Giardini: linee ACTV 1, 2, 4.1, 5.1 (6 solo da Piazzale Roma)

 
Zapping
Panem et circenses Panem et circenses
Tutto quello che avreste voluto sapere sul cibo, dalla preistoria al XIX secolo. Dall'archeologia culinaria alla simbologia della preparazione, rituali e curiosità sull'uso e l'evoluzione del cibo, con visite guidate al laboratorio di restauro.
XXI Cous Cous Fest XXI Cous Cous Fest 21 - 30 settembre 2018
Tra profumi, colori e sapori provenienti da tutto il mondo, si ripete dal 1998, a San Vito Lo Capo,il Cous Cous Fest, un evento gastronomico internazionale.
Hans-von-Aachen-Ritratto-di-gentiluomo Da Tiziano a Van Dyck - Il volto del 500
 50 opere, 50 storie, 50 emozioni per rivivere il fascino del ‘500: “Da Tiziano a Van Dyck. Il volto del ‘500” è in programma a Casa dei Carraresi dal 26 settembre 2018 al 3 febbraio 2019.
Eliott Erwitt: i cani sono come gli umani, solo con più capelli Eliott Erwitt: i cani sono come gli umani, solo con più capelli
Alla casa dei Carraresi di Treviso, dal 22 settembre 2018 al 3 febbraio 2019, una selezione per la prima volta esposta in Italia, che raggruppa oltre ottanta fotografie accompagnate da video, documenti e altro materiale dedicato al tema.
Castello di Carpineti - Foto di Giuseppe Maria Codazzi I Castelli delle Donne
Storie di grandi donne che hanno lasciato il segno, in un viaggio speciale tra i più bei castelli del territorio di Parma, Piacenza e Reggio Emilia. Con Destinazione Turistica Emilia.
La Badiazza - AAST Messina Messina e dintorni
Situata sulla punta settentrionale della Sicilia, nota anche come "città dello stretto", Messina accoglie il viaggiatore che sbarca su questa meravigliosa isola così ricca di profumi, leggende, storia e tutti le sfumature della terra, del sole.
Copyright © 2004-2018 MEMOKA P.IVA 08522530966 Tutti i diritti riservati.