Scorcio innevato - Archivio Madonna di Campiglio - Pinzolo - Val Rendena - Azienda per il Turismo S.p.a. Guida a Madonna di Campiglio - Pinzolo - Val Rendena
Il Gruppo dolomitico del Brenta ed i ghiacciai perenni adagiati sulle vette granitiche dell'Adamello e della Presanella incastonano la Val Rendena fino all'incanto di Madonna di Campiglio.
Immagini Correlate (21)

Risalendo il fiume Sarca che segna la valle dai 600 fino ai 1700 metri d'altitudine, si incontrano diciotto deliziosi paesi la cui ospitalità e cortesia sono preludio dell'accoglienza in un paesaggio alpino di sublime bellezza.

Madonna di Campiglio
La storia di Madonna di Campiglio nasce dalla sua straordinaria identità alpina che da sempre ha affascinato ed affascina viaggiatori e personaggi importanti, fino a farla diventare meta celebre ed ambita. Nel 1886 Franz Josef Oesterreicher la scelse come luogo di vacanza della famiglia Asburgica e dell'imperatrice Sissi. La bellezza del paesaggio e le nevicate copiose caratterizzano le stagioni di questa località che è diventata stazione invernale di primato mondiale per le sue piste spettacolari e la sua naturale bellezza.

Le piste: l'estensione e la varietà delle piste, la loro facilità di accesso grazie agli impianti di risalita che partono direttamente dal centro ed il collegamento tra i due versanti di tutti i poli dell'area, fanno di Madonna di Campiglio un vero paradiso dello sci alpino; 60 chilometri di piste per qualsiasi livello di impegno, dal mitico Canalone Miramonti, dove si sfidano i Campioni della Coppa del Mondo, alle piste "nere", come la rinnovata Spinale Direttissima e l'Amazzonia. Le piste "rosse" e "azzurre" soddisfano le esigenze di tutti, grazie ai loro percorsi di media pendenza. Il 70% delle piste è innevato artificialmente, garantendo la possibilità di sciare per tutto l'inverno indipendentemente dalle precipitazioni naturali.

Le scuole di sci: Madonna di Campiglio si distingue per gli impianti di risalita all'avanguardia, efficienti e veloci. Un sistema di lettura a distanza dello skipass consente di annullare le file agli impianti di risalita.
Otto sono le scuole di sci ed oltre 150 i maestri che, con attente lezioni singole o collettive, forniscono la loro preziosa esperienza a chi muove i primi passi sulla neve o a chi sogna o pratica lo sci agonistico. Un'accurata scelta di maestri offre la possibilità di imparare e praticare, ad alto livello, le discipline emergenti dello snowboard e del carving.

I sentieri alternativi: fra le radure ed i boschi di Passo Campo Carlo Magno si snodano gli itinerari del Centro Fondo (nella foto): 15 chilometri di tracciati di diverso tipo, adatti sia per il passo pattinato che per il classico.
Lo stesso splendido ambiente fa da sfondo anche ad altre attività praticabili sulla neve: dalle tranquille escursioni con le ciaspole nelle valli più intime e suggestive, agli itinerari più avventurosi dello sci alpinismo fino all'esperienza unica di un'arrampicata su ghiaccio per i più intraprendenti. Chi lo desidera può concedersi una passeggiata senza "attrezzi" ai piedi, nel silenzio del bosco, su sentieri appositamente preparati, attorno al centro di Madonna di Campiglio.

Pista da fondo a Madonna di Campiglio

Campiglio Internazionale: la neve di Madonna di Campiglio, ogni anno è lo scenario unico per eventi d'eccezione, a cominciare dall'esibizione di auto d'epoca sportive che si sfidano nella famosa gara di regolaritàla "Winter Marathon"; il bianco si mescola al rosso durante l'appuntamento internazionale della "Formula 1 Press Meeting" che riunisce e Campiglio i piloti delle scuderia Ferrari ed i giornalisti di tutto il mondo. A febbraio, poi, si riaccende la magica atmosfera di fine '800 con la rievocazione storica del "Carnevale Asburgico" che riporta la corte imperiale austriaca per le vie del centro ed ha il suo momento più emozionante durante la fiaccolata in costume sulla pista Belvedere.

Dopo lo sci ... : passeggiare nell'atmosfera romantica della tranquilla isola pedonale del centro è il modo più poetico di terminare la propria giornata alla chiusura degli impianti. In questo clima fare acquisti diventa un'esperienza speciale. Dalle botteghe artigiane del legno, del cioccolato e delle decorazioni artistiche di mobili e stufe, alle rarità in cartapesta usata per realizzare oggetti d'arte e gioielli: le proposte per lo shopping sono originali e creative. Si può quindi passare da un aperitivo in uno dei locali più alla moda all'emozione di una salita con i gatti delle nevi per una cena in un rifugio e completare il divertimento con una nottata in discoteca.

Pinzolo
La Pinzolo turistica nasce d'estate grazie alla sua posizione di mezza quota, ideale per tutti. Ben presto si sviluppa anche il turismo invernale e la località va sempre più affinando la vocazione di luogo ideale per la vacanza della famiglia, in tutte le stagioni.
Adagiata ai piedi di montagne diverse ed incantevoli, nella verde Val Rendena, Pinzolo offre tutto lo spazio desiderabile per il gioco e le corse dei bambini. Anche gli adulti trovano però nel centro storico l'occasione per piacevoli passeggiate tra le varie piazzette che si susseguono o lungo il viale alberato che accoglie il turista proveniente dalla valle.
Lo shopping, già piacevole, è reso ancora più interessante dalla varia offerta di prodotti tipici, sia alimentari che d'artigianato che contraddistinguono i negozi della località.

Lo sci: Pinzolo ha nell'ospitalità e nel paesaggio il proprio punto di forza. Dalla cima del Doss del Sabion, a 2100 metri di quota, dove arrivano gli impianti di risalita, si dominano le montagne più belle d'Europa: le Dolomiti del Brenta che hanno di fronte i ghiacciai perenni dell'Adamello e della Presanella. Le piste entusiasmano gli sciatori di tutti i livelli e per chi vuole sperimentare la tavola unica o cimentarsi in salti spettacolari non manca un'attrezzato snowpark e simpatici parchi di divertimento in quota per la gioia dei più piccoli.

Benessere
Il benessere inteso come armonia tra anima e corpo trova in Madonna di Campiglio e Pinzolo il suo luogo ideale: dal candido ambiente invernale, cornice di rigeneranti passeggiate, il relax è completato all'interno degli alberghi, situati in scenari unici e sempre più orientati al wellness. La cura del corpo attraverso sauna, bagno turco, idromassaggio e piscina, in palestra, nei massaggi rilassanti e nei più ricercati bagni con le essenze e bagni di fieno, fino ai nuovi trattamenti a base di uva e cioccolato: la massima attenzione al benessere che si ritrova anche in un'accurata e ricercata cucina genuina e nell'ospitalità.


Salumi tipici Val Rendena
 

La Gastronomia
Tradizionalmente improntata su una cucina genuina e legata ai prodotti della natura, del bosco, dell'alpeggio e dell'allevamento locale, la gastronomia rendenese ha saputo sviluppare, accanto alla tradizione, una ricerca accurata nell'alta cucina offerta in raffinati ristoranti e nelle stube dal calore tanto avvolgente da rendere dolce il più rigido inverno. Salumi, formaggi, polenta, funghi e capriolo, sono da sempre i piatti tipici per eccellenza ai quali segue una grappa aromatizzata con frutti selvatici e piante d'alta quota, come il pino mugo e l'asperula, oppure un distillato unico, estratto dalle radici di genziana, prodotto solo in valle, capace di rendere leggero il dopo cena del più luculliano dei pasti.

 

 Azienda per il Turismo S.p.A. Madonna di Campiglio Pinzolo val Rendena

Cerca le altre Guide Cerca le altre Guide
 
Zapping
Alphonse Mucha, “Job”, 1896. © Arwas Archives Art nouveau - Il trionfo della bellezza
Con manifesti, dipinti, sculture, mobili e ceramiche, la mostra - con un corpus di 200 opere - racconta la straordinaria fioritura artistica che ha travolto e cambiato il gusto tra la fine dell'Ottocento e i primi anni del Novecento.
Battistero degli Ariani, la cupola a mosaico Un Cielo d'Oro - Visite guidate gratuite di Primavera
Dal 21 aprile al 1 maggio 2019 visita gratuita a un monumento UNESCO da non trascurare: il Battistero degli Ariani, fatto costruire alla fine del V secolo durante il regno di Teodorico.
Studi di movimento del corpo umano Leonardo da Vinci: l’uomo modello del mondo
Per celebrare i cinquecento anni dalla morte di Leonardo da Vinci (1519-2019), le Gallerie dell'Accademia di Venezia presentano, dal 17 aprile al 14 luglio 2019, la mostra “Leonardo da Vinci. L'uomo modello del mondo”.
Justine Emard – La notte dei tempi – Co(AI)xistence. 2019 Legami - Intimità, relazioni, nuovi mondi
Dal 12 aprile al 9 giugno 2019, Reggio Emilia ospita la XIV edizione di Fotografia Europea, il festival promosso e organizzato dalla Fondazione Palazzo Magnani insieme al Comune di Reggio Emilia e alla Regione Emilia-Romagna.
Castel del Giudice - Borgotufi - Esterno Il borgo di Castel del Giudice
Dai terreni in disuso è nato il meleto biologico Melise, da vecchie case l’albergo diffuso Borgotufi, con centro benessere, ristorante e case in legno e pietra che si affacciano sui boschi dell’Alto Molise. Un esempio di turismo sostenibile.
Castello di Carpineti - Foto di Giuseppe Maria Codazzi I Castelli delle Donne
Storie di grandi donne che hanno lasciato il segno, in un viaggio speciale tra i più bei castelli del territorio di Parma, Piacenza e Reggio Emilia. Con Destinazione Turistica Emilia.
Copyright © 2004-2019 MEMOKA P.IVA 08522530966 Tutti i diritti riservati.