(C)Archivio Comune di Saluzzo Guida alla città di Saluzzo
Dietro gli austeri portali di antiche Chiese e palazzi nobiliari, a Saluzzo (Cuneo), così come a Manta, Lagnasco, Staffarda e nelle valli del Saluzzese, si scopre la raffinata eleganza di un territorio dalle profonde radici storiche.
Immagini Correlate (23)

SaluzzoLo straordinario paesaggio dell'arco sud occidentale della Alpi, racchiude in sè un'isola speciale: la Provincia di Cuneo. Una provincia poco battuta dalla grandi vie di comunicazione, un territorio che ha subito un isolamento storico che oggi diventa l'elemento di forza della cuneesità: l'essere lontani da grandi traffici ha permesso di preservare il territorio, sviluppare prodotti di nicchia, offrendo, in pochi chilometri, infinite sorprese per stuzzicare il gusto di tutti.

Il gusto di chi ama i buoni prodotti della terra, una terra che qui è ancora pulita, dove le colture biologiche non devono lottare contro un ambiente irrimediabilmente compromesso per poter dare ottimi frutti.
Ma nella cuneesità c'è anche il gusto di chi ama il silenzio dei sentieri di montagna, interrotto dal fischio di qualche marmotta: i parchi naturali, le aree protette e le oasi del cuneese offrono una natura incorrotta, sapientemente gestita e facilmente fruibile sia per il visitatore inesperto sia per l'alpinista avventuroso. Il gusto di chi vuole un vacanza all'insegna del benessere in uno dei centri termali incastonati nelle incontaminate montagne. Il gusto di chi apprezza i borghi medievali e gli antichi marchesati, di chi cerca un po' di quell'arte diffusa in tutta Italia e che qui ci dona un passato regale. In questa meravigliosa cornice sorge Saluzzo, per 400 anni la capitale di un fiorente marchesato medievale tra Francia e Piemonte. Batteva moneta ed ospitava a corte artisti e letterati. Il suo centro storico, ancora oggi è uno spazio inalterato di rara suggestione.

La notte, nel labirinto del centro storico è magica: birrerie, ristoranti vinerie e bar alla moda sono il cuore della "movida" saluzzese. Il sabato mattina c'è il mercato, tra i più importanti del Piemonte.
Montagna, collina e pianura, creano un ambiente adatto a tutte le stagioni: su tutte domina il Monviso, maestoso e imponente "re di pietra" del Piemonte. Avvolto nel suo mantello bianco, è un vero spettacolo della natura. Qui nasce il Po, il più lungo fiume d'Italia: sgorga dal cuore del Monviso e si precipita a valle svelando agli escursionisti paesaggi dalle infinite varietà di colori e percorsi.
Passeggiare nel verde, scalare le rocce, navigare sul fiume, pedalare fra i boschi, scivolare sulla neve ... tutto ciò che si può fare è a misura d'uomo e di natura.
E' nel giardino del Monviso che nasce la frutta del saluzzese, energia pura del Piemonte: mele, kiwi, uva e piccoli frutti hanno il sapore delle cose buone. Lotta integrata ed alta specializzazione nelle coltivazioni garantiscono l'ambiente ed il consumatore.
Il tesore del marchesato è rappresentato dall'artigianato, dall'agricoltura e dall'antiquariato, ma anche da un alto perfezionamento dell'accoglienza.



TESTI E IMMAGINI DA ARCHIVIO COMUNE DI SALUZZO - SI RINGRAZIA L'ASSESSORATO AL TURISMO DEL COMUNE DI SALUZZO

Cerca le altre Guide Cerca le altre Guide
 
Zapping
Cina - Arte in movimento e le opere polinesiane di Gauguin Cina - Arte in movimento e le opere polinesiane di Gauguin
Due eccezionali mostre in contemporanea e con un unico ingresso. Un’immersione visiva ed emozionale nelle ansie dell’Uomo attraverso due percorsi diametralmente opposti, a Catania fino al 31 marzo 2020.
Il Ritratto di giovane donna del Correggio Il Ritratto di giovane donna del Correggio
Per cinque mesi, dal 24 ottobre 2019 all’8 marzo 2020, i Chiostri di San Pietro a Reggio Emilia accoglieranno uno dei capolavori del Rinascimento: il Ritratto di giovane donna del Correggio.
Ritratto di Pietro Aretino Pietro Aretino e l’arte nel Rinascimento
Nell’aula magliabechiana della Galleria la prima mostra in assoluto dedicata al poliedrico intellettuale del Cinquecento: in esposizione oltre 100 opere tra dipinti, sculture, scritti, oggetti preziosi.
Tex - 70 anni di un mito Tex - 70 anni di un mito
Sarà inaugurata venerdì 22 novembre al Santa Maria della Scala la mostra Tex. 70 anni di un mito (23 novembre 2019 - 26 gennaio 2020). Curata da Gianni Bono, in collaborazione con la redazione di Sergio Bonelli Editore e COMICON.
Castello di Brescia Scoprire Brescia
Gli itinerari e le idee di viaggio presentate in questa guida si propongono come uno strumento per esplorare Brescia e il suo territorio, osservandoli da diversi punti di vista.
Borgo-di-Vigoleno-Credit-Leonardo-Nicolini In camper tra i castelli
Sulla strada come a casa per le rocche e i manieri, gli itinerari sono pressoché infiniti ma, procedendo da nord verso sud è possibile delinearne uno che tenga conto della presenza di aree camping e zone attrezzate limitrofe.
Copyright © 2004-2019 MEMOKA P.IVA 08522530966 Tutti i diritti riservati.