Mostra del Fungo a Ceva (Archivio A.T.L. del Cuneese) Valli Mongia, Cevetta e Langa Cebana
Mongia e Cevetta sono due piccole valli poste a fianco della principale valle Tanaro che, con i loro dolci declivi, segnano l'inizio della Langa, celebre terra di vigneti e nobili vini.
Immagini Correlate (2)

Un itinerario fra i monumenti più interessanti ci porta al Castello dei Marchesi del Carretto di Saliceto, un imponente maniero edificato nella seconda metà del '500 che conserva notevoli affreschi sulle volte della loggia ed un portale di arenaria di pregevole fattura.

Interessante anche il Castello di Mombasiglio, recentemente restaurato, che intende essere una vera e propria vetrina privilegiata per tutte le attività monregalesi e cebane legate al territorio: dall'agricoltura al turismo, dalla cultura alle produzioni enogastronomiche ed artigianali. Questa sede - da cui si gode un bel panorama - è contenitore per eventi culturali e diventerà sede museale della storia del territorio legata a Napoleone Bonaparte, a ricordo del periodo di occupazione da parte delle truppe del condottiero corso.

Altri castelli a Lesegno e a Sale San Giovanni, mentre a Priero svetta una torre  medievale alta 36 metri.
Sempre a Sale San Giovanni sono degni di nota gli affreschi gotici della Cappella di Santa Anastasia, risalenti al 1493, mentre a Castelnuovo di Ceva, piccolo centro dominato da un'imponente torre medievale, la cappella cimiteriale di San Maurizio conserva un ciclo di affreschi risalenti al 1459 tra cui spicca il pregevole ritratto di San Maurizio a cavallo, vestito con eleganti panni rinascimentali.
la Mostra del Fungo a Ceva
Il Borgo di Ceva, capoluogo situato nel fondovalle, è racchiuso nel piccolo cuneo ricavato dal fiume Tanaro e dal torrente Cevetta ed è celebre per la bontà dei funghi che si trovano nei dintorni.
Già citata dallo storico Plinio per le virtù dei formaggi qui prodotti, Ceva era dotata di un imponente forte sabaudo - abbattuto durante il dominio napoleonico - da cui si gode l'eccezionale panorama sulla Alpi, le Langhe e la pianura.
Nel centro storico, caratterizzato dalle vie porticate, spicca la trecentesca torre guelfa del Brolio.
Ceva possiede anche un grazioso piccolo teatro inaugurato nel 1861 ed intitolato ai drammaturghi Carlo e Leopoldo Marenco.

In Valle Mongia il comune di Viola è stazione turistica estiva ed invernale, mentre a Montezemolo - in alta Valle Cevetta, dove ogni anno si svolge la Fiera Regionale del Miele - si trova il centro visite della Riserva Naturale delle Sorgenti del Belbo, una splendida area protetta che offre opportunità di passeggiate a cavallo, a piedi o in mountain-bike tra colline boscose e zone umide.


Testi tratti dalla pubblicazione "Percorsi artistici, storici e religiosi nelle valli e nella pianura della provincia di Cuneo - Tra Arte e Fede" per gentile concessione dell' A.T.L. del Cuneese.  Immagini dall'Archivio A.T.L. del Cuneese.

Cerca le altre Guide Cerca le altre Guide
 
Zapping
Alphonse Mucha, “Job”, 1896. © Arwas Archives Art nouveau - Il trionfo della bellezza
Con manifesti, dipinti, sculture, mobili e ceramiche, la mostra - con un corpus di 200 opere - racconta la straordinaria fioritura artistica che ha travolto e cambiato il gusto tra la fine dell'Ottocento e i primi anni del Novecento.
Battistero degli Ariani, la cupola a mosaico Un Cielo d'Oro - Visite guidate gratuite di Primavera
Dal 21 aprile al 1 maggio 2019 visita gratuita a un monumento UNESCO da non trascurare: il Battistero degli Ariani, fatto costruire alla fine del V secolo durante il regno di Teodorico.
Studi di movimento del corpo umano Leonardo da Vinci: l’uomo modello del mondo
Per celebrare i cinquecento anni dalla morte di Leonardo da Vinci (1519-2019), le Gallerie dell'Accademia di Venezia presentano, dal 17 aprile al 14 luglio 2019, la mostra “Leonardo da Vinci. L'uomo modello del mondo”.
Arrigo Dolcini, Marina di Ravenna, circa 1960 Legami - Intimità, relazioni, nuovi mondi
Dal 12 aprile al 9 giugno 2019, Reggio Emilia ospita la XIV edizione di Fotografia Europea, il festival promosso e organizzato dalla Fondazione Palazzo Magnani insieme al Comune di Reggio Emilia e alla Regione Emilia-Romagna.
Castel del Giudice - Borgotufi - Esterno Il borgo di Castel del Giudice
Dai terreni in disuso è nato il meleto biologico Melise, da vecchie case l’albergo diffuso Borgotufi, con centro benessere, ristorante e case in legno e pietra che si affacciano sui boschi dell’Alto Molise. Un esempio di turismo sostenibile.
Castello di Carpineti - Foto di Giuseppe Maria Codazzi I Castelli delle Donne
Storie di grandi donne che hanno lasciato il segno, in un viaggio speciale tra i più bei castelli del territorio di Parma, Piacenza e Reggio Emilia. Con Destinazione Turistica Emilia.
Copyright © 2004-2019 MEMOKA P.IVA 08522530966 Tutti i diritti riservati.