Raffaello, Scuola di Atene, cartone, particolari In Principio il Cartone - il Raffello dell'Ambrosiana
Il progetto di restauro e valorizzazione e il nuovo allestimento, in cui l’opera è stata inserita, saranno mostrati alla città e al pubblico internazionale dal 27 marzo 2019 con l’evento espositivo Il Raffaello dell’Ambrosiana.
Immagini Correlate (8)

In Principio il Cartone - il Raffello dell'Ambrosiana

Dopo quattro anni di intenso lavoro, è giunto al termine il restauro del Cartone preparatorio della Scuola di Atene di Raffaello Sanzio, conservato alla Pinacoteca Ambrosiana di Milano.

Il progetto di restauro e valorizzazione e il nuovo allestimento, in cui l’opera è stata inserita, saranno mostrati alla città e al pubblico internazionale dal 27 marzo 2019 con l’evento espositivo Il Raffaello dell’Ambrosiana. In Principio il Cartone.

Fondazione Fiera Milano, partner ufficiale della Veneranda Biblioteca Ambrosiana per il biennio 2018-2019, contribuirà a sostenere le attività promozionali del Cartone di Raffaello, completamente restaurato, così come quelle di valorizzazione del patrimonio leonardesco dell’Istituzione, realizzate in occasione del V Centenario della morte del genio fiorentino.

Si tratta del più grande cartone rinascimentale a noi pervenuto (misura 285x804 centimetri) ed è interamente realizzato dalla mano di Raffaello (Urbino, 1483 - Roma, 1520) come disegno preparatorio, a grandezza naturale, della Scuola di Atene, uno dei quattro affreschi commissionati nel 1508 a Raffaello da Papa Giulio II per decorare la Stanza della Segnatura in Vaticano.

Benché l’opera sia nota come Scuola di Atene, il titolo corretto è La Filosofia: le quattro pareti della Stanza della Segnatura propongono infatti - secondo un complesso programma iconografico - la Filosofia, la Teologia (), la Giurisprudenza () e la Poesia ().

Il Cartone dell’Ambrosiana si è conservato perché si trattava di un “ben finito cartone” e servì come riferimento per l’esecuzione dell’affresco, mentre per trasferire il disegno sul muro si ricavò da esso un cartone sostitutivo.

Il capolavoro, diviso in “duoi pezzi di disegno di Raphaele d’Urbino in cartone”, arrivò in Ambrosiana nel 1610 come prestito dal conte Fabio II Visconti di Brebbia, per essere poi ceduto definitivamente nel 1626 dalla vedova Bianca Spinola Borromeo, per l’esorbitante somma di seicento lire imperiali.

Nel maggio del 1796, venne requisito dal commissario francese Peignon, che cita il Cartone in testa alle opere da confiscare all’Ambrosiana: a Parigi si avviò una lunga procedura per il restauro dell’opera.

Il 30 settembre 1815 il Cartone venne consegnato dal Direttore Generale del Louvre alla Commissione austriaca per il recupero delle opere d’arte provenienti dalle regioni italiane di dominio austriaco.

Trasferito nel 1918 a Roma per essere tutelato dai rischi dei bombardamenti bellici, nel 1942 venne messo al sicuro nel caveau della cassa di Risparmio delle Province Lombarde; nel 1946 venne esposto alla mostra di Lucerna organizzata per recuperare fondi per la ricostruzione dell’Ambrosiana.

L’ultimo rinnovamento della sala 5 della Pinacoteca Ambrosiana, a cura di Luigi Caccia Dominioni, avvenne nel 1966.

Nel 2014 la Veneranda Biblioteca Ambrosiana, per il tramite della Fondazione Cardinale Federico Borromeo, avviò sul Cartone una lunga e laboriosa attività di indagine e opera di restauro conservativo, coordinato da un prestigioso Comitato Scientifico composto dal Collegio dei Dottori della Biblioteca Ambrosiana e da Esperti dell’Istituto Superiore per la Conservazione e il Restauro, dei Musei Vaticani, della Soprintendenza di Milano e del Centro Conservazione e Restauro “La Venaria Reale”, con la consulenza tecnica di Pinin Brambilla Barcilon, affiancati da docenti di diverse Università italiane.

L’intervento è stato interamente sostenuto dal contributo della società RaMo SpA, per volontà del Fondatore Giuseppe Rabolini.

L’opera, che è stata restaurata sotto la direzione e il coordinamento del Dott. Maurizio Michelozzi, sarà esposta nella sala espositiva interamente dedicata al Cartone di Raffaello, su progetto di allestimento di Stefano Boeri Architetti.

Il Cartone è stato inserito in una nuova teca, realizzata dalla società Goppion Spa, che si compone di un’ imponente lastra di vetro protettivo.

A completare l’allestimento, saranno presenti, inoltre, apparati didattici e informativi, che illustreranno la storia, la tecnica e il restauro di questo capolavoro ed elementi unici di arredo realizzati da Riva 1920 su progetto di Stefano Boeri Architetti.

Gli strumenti multimediali e interattivi, a supporto del visitatore, sono stati realizzati da OLO creative farm.

L’operazione rafforza la presenza dell’opera e della Pinacoteca stessa all’interno di un circuito “ideale” della Milano rinascimentale: in un’area di pochi chilometri quadrati saranno visitabili l’Ultima Cena di Leonardo (Santa Maria delle Grazie), la Pietà Rondanini di Michelangelo (Castello Sforzesco) e appunto il Cartone della Scuola di Atene di Raffaello restaurato.

Inoltre, grazie alla ricchezza delle collezioni e alla trasversalità dei percorsi, la Pinacoteca si apre alla città proponendo numerose visite guidate e attività didattiche per scuole, famiglie e per il pubblico adulto, ideate e realizzate da e . Infine, i visitatori della Pinacoteca potranno usufruire di nuove audioguide, create dalla società , grazie al contributo del che doterà il Museo dei devices necessari.

L’esposizione del Cartone sarà accompagnata da una pubblicazione bilingue italiano/inglese (Electa editore) con testi di Alberto Rocca, Direttore della Pinacoteca Ambrosiana.

Il 6 aprile 2019, giorno dell’anniversario della morte di Raffaello (6 aprile 1520), la per celebrare, insieme alla città, il capolavoro restaurato del genio urbinate.


#raffaelloambrosiana www.raffaelloambrosiana.it

Scheda tecnica

Titolo
Il Raffaello dell’Ambrosiana

Sede
Pinacoteca Ambrosiana Milano, Piazza Pio XI, 2
Data di apertura al pubblico
dal 27 marzo 2019

Produzione e organizzazione
Veneranda Biblioteca Ambrosiana
Ente promotore
Ra.Mo spa
Official Partner
Fondazione Fiera Milano
Comunicazione e catalogo
Electa
Progetto allestimento
Stefano Boeri Architetti
Progetto grafico
Studio Leonardo Sonnoli

Orari di apertura

da martedì a domenica, ore 10 – 18 (ultimo ingresso ore 17.30)
chiuso: il lunedì, il 25 Dicembre, 1 Gennaio, il giorno di Pasqua
aperto il lunedì dell’Angelo (Pasquetta)

Informazioni 02 806921

Sito internet

www.raffaelloambrosiana.it

Biglietti

• Intero: € 15,00
• Ridotto 1*: € 10,00
Under 18, Over 65, Soci COOP Lombardia, possessori carta ChiarA2A, universitari, tesserati azione cattolica, possessori biglietto Museo Pogliaghi
o Colosso san Carlo di Arona (entro un anno dall’emissione), possessori del biglietto intero per la mostra “The Genius Experience
Leonardo & Warhol” (utilizzabile fino al 30/06/19)
• Ridotto 2*: € 13,00
Soci Touring Club, Soci FAI, possessori MILANOCARD, possessori biglietto cripta
San Sepolcro, Duomo Pass o Duomo Fast-track interi
• Possessori CTS / ISIC card, ITIC card, IYTC card: biglietto € 8,00; audioguida € 2,00
• Ingresso gratuito**
Ragazzi al di sotto dei 14 anni accompagnati
da un adulto pagante (massimo 5 bambini per adulto). Visitatori con disabilità e accompagnatore
Guide abilitate
Insegnanti che accompagnano scolaresche (uno ogni dieci alunni).
Giornalisti accreditati a priori, specificando il motivo della visita (mail: contatti@ambrosiana.it).
Soci ICOM
Possessori ABBONAMENTO MUSEI LOMBARDIA
Sono inoltre previsti permessi speciali, per motivi professionali, previa autorizzazione della direzione per: sovrintendenti, pubblici ufficiali
e per studiosi-ricercatori.
* In caso di prenotazione verrà applicato un diritto di prevendita di € 1,50 a biglietto
** L’appartenenza alle rispettive categorie deve essere comprovata da un documento/tesserino idoneo
in corso di validità.
Audioguide
€ 3,00 (ita/eng)
Gruppi e visite guidate
Info e prenotazioni:
t. +39 02.92897721
ambrosiana@vivaticket.com
Percorsi per scuole e parrocchie a cura di
Ad Artem www.adartem.it
Percorsi per adulti a cura di Milanoguida www.milanoguida.com

 
Zapping
Mykonos, 1957 © Piergiorgio Branzi Il giro dell’occhio. Fotografie 1950-2010
L’esposizione presenta 60 immagini che documentano oltre cinquant’anni di carriera del fotografo toscano, uno dei più importanti interpreti del nostro tempo, Novara Castello Visconteo, 23 giugno - 6 settembre 2020.
Monza Visionaria, sottocasa Monza Visionaria, sottocasa
Musicamorfosi non si ferma e lancia, in tutta sicurezza, l'ottava edizione del festival Monza Visionaria dal 21 al 28 giugno 2020 nel capoluogo brianzolo.
mento sulla mia verità Mento al niente - Manifesti di William Xerra
L’esposizione, curata da Lorena Giuranna, responsabile del Dipartimento educativo del MA*GA, presenta per la prima volta la serie di manifesti della serie “Mento”, realizzati dall’artista piacentino nel 2003, ora nella collezione del museo.
Dante Gabriel Rossetti - Regina Cordium, 1860 © Johannesburg Art Gallery Il sogno di Lady Florence Phillips
Siena, Santa Maria della Scala 24 luglio 2020 – 10 gennaio 2021 una selezione di circa sessanta opere, tra olii, acquerelli e grafiche, ripercorrerà oltre un secolo di storia dell’arte internazionale.
Visit Brescia - Strada Colli dei Longobardi - Tenuta la Vigna - Anna Botti A Brescia, il vino è rosa
Un itinerario targato Visit Brescia tra le migliori cantine a conduzione femminile nei terroir della provincia; un percorso tra degustazioni, visite in cantina e passeggiate nelle vigne alla scoperta delle grandi donne capaci di dettare il destino.
Riserva UNESCO Alto Molise Montedimezzo - Credit Massimo Palmieri È il Molise la meta top del 2020
Itinerario nella regione inserita dal New York Times tra i luoghi più belli da visitare nel mondo. A partire da Castel del Giudice (IS), simbolo di rinascita del Molise e delle aree interne d’Italia.
Copyright © 2004-2020 Supero Ltd, Malta MT 2105-2906 Tutti i diritti riservati.