Giuseppe De Nittis - La guardiana delle oche - 1884 Paesaggisti pugliesi fra Otto e Novecento
Fino al 19 aprile, alla Biblioteca Nazionale Sagarrica di Bari, una rassegna che si propone di documentare attraverso le immagini pittoriche del territorio pugliese i cambiamenti del paesaggio naturale e antropico.
Immagini Correlate (7)

Paesaggisti pugliesi fra Otto e Novecento

La rassegna si propone di documentare attraverso le immagini pittoriche del territorio pugliese i cambiamenti del paesaggio naturale e antropico. Essa si incentra, oltre che sulle figure più note come quelle di Giuseppe De Nittis (Barletta 1846 - Saint Germain-en-Laye 1884), che amò ritrarre i luoghi della terra natia nei dipinti giovanili come nelle ultime opere, e Francesco Netti (Santeramo in Colle 1832-1894), che dipinse le campagne della Murgia, su altri esponenti del paesaggismo pugliese, meno noti, ma non per questo meno rappresentativi. Con De Nittis altri esponenti della scuola barlettana furono Geremia di Scanno (Barletta 1839 - Napoli 1907), Vincenzo De Stefano (Barletta 1861-1942), Raffaele Girondi (Barletta 1873 - Parigi 1911), Giuseppe Gabbiani (Barletta 1862-1939). A Santeramo in Colle furono attivi anche Bartolomeo Paradiso (Santeramo in Colle 1878 - Bisceglie 1971) e Hero Paradiso (Santeramo in Colle 1912-1994), padre e figlio cultori dell’arte di Netti. Nel Salento tra gli altri operarono Stanislao Sidoti (Lecce 1837-1922), Giuseppe Casciaro (Ortelle 1863 - Napoli 1941), Vincenzo Ciardo (Gagliano del Capo-Lecce 1894-1970).

Una vera scuola di paesaggismo regionale fu creata solo da Damaso Bianchi (Bari 1861 - 1935), Enrico Castellaneta (Gioia del Colle 1862 - Bari 1953) e Francesco Romano (Gioia del Colle 1880 - Taranto 1924), intenti nei primi decenni del Novecento a riscoprire e rivalutare il paesaggio pugliese: la campagna, le marine, i trulli, la brulla terra delle Murge.

Luogo: Bari, Biblioteca Nazionale Sagarriga Visconti Volpi
Indirizzo: Via Pietro Oreste, 45 70123 - Bari (BA)
Orario: lun. - ven.: ore 9.00 - 18.00 sabato: ore 9.00 - 12.30
Telefono: 080 2173111
Fax: 080 2173444
E-mail: bn-ba@beniculturali.it mbac-bn-ba@mailcert.beniculturali.it

 
Zapping
Cina - Arte in movimento e le opere polinesiane di Gauguin Cina - Arte in movimento e le opere polinesiane di Gauguin
Due eccezionali mostre in contemporanea e con un unico ingresso. Un’immersione visiva ed emozionale nelle ansie dell’Uomo attraverso due percorsi diametralmente opposti, a Catania fino al 31 marzo 2020.
Il Ritratto di giovane donna del Correggio Il Ritratto di giovane donna del Correggio
Per cinque mesi, dal 24 ottobre 2019 all’8 marzo 2020, i Chiostri di San Pietro a Reggio Emilia accoglieranno uno dei capolavori del Rinascimento: il Ritratto di giovane donna del Correggio.
Ritratto di Pietro Aretino Pietro Aretino e l’arte nel Rinascimento
Nell’aula magliabechiana della Galleria la prima mostra in assoluto dedicata al poliedrico intellettuale del Cinquecento: in esposizione oltre 100 opere tra dipinti, sculture, scritti, oggetti preziosi.
Tex - 70 anni di un mito Tex - 70 anni di un mito
Sarà inaugurata venerdì 22 novembre al Santa Maria della Scala la mostra Tex. 70 anni di un mito (23 novembre 2019 - 26 gennaio 2020). Curata da Gianni Bono, in collaborazione con la redazione di Sergio Bonelli Editore e COMICON.
Castello di Brescia Scoprire Brescia
Gli itinerari e le idee di viaggio presentate in questa guida si propongono come uno strumento per esplorare Brescia e il suo territorio, osservandoli da diversi punti di vista.
Borgo-di-Vigoleno-Credit-Leonardo-Nicolini In camper tra i castelli
Sulla strada come a casa per le rocche e i manieri, gli itinerari sono pressoché infiniti ma, procedendo da nord verso sud è possibile delinearne uno che tenga conto della presenza di aree camping e zone attrezzate limitrofe.
Copyright © 2004-2019 MEMOKA P.IVA 08522530966 Tutti i diritti riservati.