Zaeti Presentati a Venezia i “Za’eti Senza”
Il dolce per eccellenza della tradizione veneziana entra nella Cucina del Senza®. Sono stati presentati a Venezia, nell’ambito di Gusto in Scena, i “Za’eti Senza”prodotti dal panificio Stella di Velo d’Astico, da un’idea di Marcello Coronini.
Immagini Correlate (1)

Presentati a Venezia i “Za’eti Senza”Il dolce per eccellenza della tradizione veneziana entra nella Cucina del Senza®. Sono stati presentati a Venezia, nell’ambito di Gusto in Scena, i “Za’eti Senza”. Sono prodotti dal Panificio Stella di Velo d’Astico (VI), presente a Seduzioni di Gola, il salone che raccoglie alcune chicche delle eccellenze gastronomiche italiane all’interno di Gusto in Scena, manifestazione enogastronomica di portata internazionale, che si tiene l’1 e il 2 marzo 2015 a Venezia, alla Scuola Grande di San Giovanni Evangelista.

La Cucina del Senza® non è semplicemente un nuovo modo di cucinare, ma un nuovo modo di vivere, dove i piaceri della tavola incontrano finalmente anche quelli della salute. Un’intuizione lanciata nelle ultime edizioni del Congresso di Alta Cucina Gusto in Scena e che si conferma protagonista di quest’ultima edizione, che per il tema proposto ha ottenuto anche quest’anno il patrocinio del Ministero della Salute e di Expo 2015.

In seguito all’edizione 2014 molti chef stellati hanno inserito nei loro menu piatti “senza grassi o senza sale e dessert senza zucchero aggiunti” e ora La Cucina del Senza® è alla sua prova più impegnativa: entrare nelle case dei consumatori e promuovere un nuovo stile di alimentazione.

“Gli Za’eti Senza – spiega Marcello Coronini – sono il primo prodotto interamente realizzato secondo le regole de La Cucina del Senza®. Sarà il primo di una serie di prodotti, perché il nostro scopo è quello di fare entrare questo nuovo modo di pensare la cucina nella case di tutti gli italiani”.

Stella, i primi biscotti “senza”

A lanciare il primo prodotto legato alla Cucina del Senza® è il Panificio Stella. L’azienda di Velo d’Astico nel vicentino è presente al salone Seduzioni di Gola di Gusto in Scena, che raccoglie le eccellenze gastronomiche italiane. L’azienda è attiva ai piedi degli altopiani di Asiago e Fiorentini, valle incontaminata abbracciata dalle Piccole Dolomiti, immersa tra boschi di faggio e castagni, che donano aria, acqua e un ambiente sano, l’ideale per la realizzazione dei prodotti. Stella fa un’attenta selezione delle materie prime; colture di lievito madre, l’utilizzo di tecniche tradizionali e il forno in pietra, garantiscono ai prodotti gusti particolari. Le materie prime utilizzate sono le migliori in assoluto sul mercato, molte delle quali biologiche. La pasta madre poi, usata anche per i grissini data più di 120 anni e per le sue caratteristiche è stata oggetto di studi, approfondimenti e pubblicazioni internazionali.

“Il prodotto che ci contraddistingue è lo "Za'eto Veneziano", elaborazione di una ricetta manoscritta conservata presso la biblioteca Bertoliana della nostra città – spiega Silvano Stella -. L'idea di creare per la manifestazione di Venezia nell'ambito de La Cucina del Senza®, un dolcetto senza zucchero aggiunto è venuta a Marcello Coronini durante un nostro incontro Coronini. Lo zucchero è stato sostituito dallo sciroppo d'agave, biologico nel nostro caso, raccomandato anche dall'associazione diabetici italiana per il bassissimo picco glicemico”.

ZA’ETI SENZA

Gli Za’eti sono un antichissimo dolcetto veneto che la tradizione ripropone in diverse varianti locali. Il nome deriva dal tipico colore giallo dato dalla farina di mais e dall’uovo usati per la preparazione di questo biscotto. Letteralmente il suo nome può essere tradotto con “Gialletti”.

Un tempo questi dolcetti erano legati al carnevale, ma ai giorni nostri hanno perso questa particolarità, infatti sono presenti nelle pasticcerie durante tutto l’anno e sono ritenuti di buon auspicio.

Si possono accompagnare al vino Bianco di Custoza o al Vespaiolo di Breganze.

Ingredienti

Farina di mais giallo gr. 250
Farina di frumento tipo 00 gr. 250
Burro gr. 200
Sciroppo d’agave gr. 200
Uova 4
Uvetta passa gr. 100
Pinoli q.b.,
Scorza grattugiata di un limone
Bacca di vaniglia per profumare
Latte se gradito
Un pizzico di sale

Per cottura in forno: poco burro

Preparazione

Lavate l'uvetta in acqua tiepida, lasciandola in ammollo e sciacquandola almeno tre volte.

Nel frattempo sbattete le uova con lo zucchero in una terrina e, a parte, mescolate le due farine, salatele, aggiungete un pizzico di vaniglia e la scorza di limone grattugiata.

Aggiungete alle uova sbattute il burro tagliato a pezzetti precedentemente ammorbidito a temperatura ambiente, quindi le farine setacciate, un po’ alla volta per evitare la formazione di grumi e l’uvetta scolata dall’acqua dell’ammollo e grossolanamente asciugata in un canovaccio. Lavorate l’impasto aggiungendo un po’ di latte se fosse necessario ammorbidire l’impasto. Ricavate quindi ricavate dei filoni del diametro di circa 3-5 cm e tagliateli a pezzi di 7-8 cm o a punte arrotondate o a forma di piccoli panini ovoidali. Imburrate una teglia da forno, sistemate sulla sua superficie i “panini” e infornate a forno caldo,mantenendo una temperatura di 180° C per circa 25-30 minuti a seconda della grossezza dei dolcetti.

A cottura ultimata lasciar intiepidire i za’eti e serviteli tiepidi o freddi, magari accompagnati da un passito locale, da noi il torcolato o recioto!

Per saperne di più:

Gusto in Scena, 4 eventi in contemporanea: la cucina, la pasticceria e la pizza intelligentemente gustose protagoniste a Venezia.

La Cucina del Senza®, con alcune interessanti varianti rispetto al 2014, come “la Pizza del Senza”, sarà protagonista a Gusto in Scena, alla Scuola Grande di San Giovanni Evangelista a Venezia, a pochi passi dalla stazione ferroviaria Santa Lucia. Un appuntamento imperdibile per appassionati gourmet, ma anche per professionisti della ristorazione interessati a questo nuovo modo di intendere la cucina. Gusto in Scena è composto da 4 eventi in contemporanea: il “Congresso di Alta Cucina” Gusto in Scena, dove importanti chef, grandi pasticceri e maestri pizzaioli si confronteranno e realizzeranno piatti, pizze e dessert basati su le regole de La Cucina del Senza®; I Magnifici Vini e Seduzioni di Gola proporranno un’accurata selezione di cantine ed eccellenze gastronomiche italiane e europee, personalmente scelte da Lucia e Marcello Coronini. Alla sera si svolgerà, come gli anni precedenti, il Fuori di Gusto, che coinvolgerà 18 ristoranti e bacari della città, e alcuni grandi alberghi veneziani, con menu degustazione Gusto in Scena dedicati a La Cucina del Senza®.

Marcello Coronini, critico enogastronomico e docente universitario, è l'ideatore e il curatore di Gusto in Scena, la prima manifestazione in Europa che mette a stretto contatto tre mondi: i cuochi, riuniti in un congresso di alta cucina; i produttori di vino, con I Magnifici Vini; le eccellenze gastronomiche con Seduzioni di Gola.

Attraverso la Marcello Coronini s.r.l. pubblica 17 libri sul vino e la gastronomia, 3 ricettari, un libro-inchiesta sull'olio extra vergine di oliva, di cui è autore. In qualità di giornalista ha collaborato con diverse testate di settore e come autore e conduttore con le reti televisive La 7, Rai 1 e Rete 4. Ha inventato un nuovo metodo di abbinamento descritto nel volume “CiboVino - il gusto degli abbinamenti” e con “I Magnifici Vini di mare, montagna, pianura e collina” ha promosso una nuova classificazione di vini, sulla base dei terroir, brevettata a livello europeo. È docente universitario alla Facoltà di Medicina dell’Università degli Studi di Milano, con la quale collabora nelle aree inerenti il mondo dell’alimentazione. La sua ultima intuizione, La Cucina del Senza®, ha dato vita a un progetto espressione di arte culinaria, accolto con entusiasmo da chef stellati, pasticceri e pizzaioli, pronti a promuovere una cucina “senza...grassi, sale o zucchero aggiunti”.

Info: www.gustoinscena.it; Tel. +39 02 71091871; info@gustoinscena.it

 
Zapping
Andy Warhol, Kiss, 1963-64 © The Andy Warhol Museum, Pittsburgh, PA, a museum of Carnegie Institute. All rights reserved. Film still courtesy The Andy Warhol Museum Andy Warhol - Serial Identity
Cinquemila metri quadri dedicati al genio che ha cambiato la storia dell’arte nel Novecento, oltre 200 opere-icona a cui si affianca una grande sezione dedicata ai film dell’artista americano.
Alberto Burri Reloaded Alberto Burri Reloaded
Dopo un lungo e accurato restauro, torna visibile al pubblico negli spazi di CUBO in Porta Europa Nero con punti (1958), opera fondamentale della serie dei “Sacchi” dell’artista umbro.
Lee Jeffries. Portraits. L’anima oltre l’immagine Lee Jeffries. Portraits. L’anima oltre l’immagine
Il Museo Diocesano Carlo Maria Martini di Milano ospita, dal 27 gennaio al 16 aprile 2023, la personale di Lee Jeffries (Bolton, UK, 1971), il fotografo diventato la voce dei poveri e degli emarginati.
Lorenzo Lotto, Madonna con il Bambino, san Giovanni Battista e santa Caterina Lotto, Romanino, Moretto, Ceruti - I campioni della pittura
Attraverso 80 capolavori, per la prima volta, verranno messi a confronto diretto i più grandi pittori attivi nelle due città tra Rinascimento e Barocco, dando vita a un derby culturale che proseguirà al piano nobile del Palazzo.
Brescia - Circolo Vela Gargnano La magia di Brescia
Se avesse il mare, Brescia potrebbe candidarsi al perfetto riassunto dell’Italia. E, a essere sinceri, vista la quantità e la qualità dell’acqua in grado di ispirare un autentico clima balneare, non è poi del tutto vero che il mare qui non ci sia.
Isernia Cattedrale di San Pietro - credit Eleonora Mancini È il Molise la meta top del 2020
Itinerario nella regione inserita dal New York Times tra i luoghi più belli da visitare nel mondo. A partire da Castel del Giudice (IS), simbolo di rinascita del Molise e delle aree interne d’Italia.
Copyright © 2004-2023 Supero Ltd, Malta MT 2105-2906 Tutti i diritti riservati.