Toulouse-Lautrec. La Belle Époque Toulouse-Lautrec. La Belle Époque
Con circa 170 opere, tutte provenienti dalla collezione dell’Herakleidon Museum di Atene, dal 22 ottobre 2016 al 5 marzo 2017 arriva a Palazzo Chiablese di Torino una grande retrospettiva dedicata a Toulouse-Lautrec, l’aristocratico bohémien
Immagini Correlate (1)

EldoradoLa mostra, sotto l’egida del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, è prodotta e organizzata dai Musei Reali di Torino e Arthemisia Group, vede il patrocinio della Città di Torino ed è curata da Stefano Zuffi.

Attraverso le opere dell’Herakleidon Museum di Atene, il percorso illustra l’arte eccentrica e la ricercata poetica anticonformista e provocatoria - tra le più innovative tra Ottocento e Novecento - di uno degli artisti oggi più apprezzati e ammirati; un’anima da “artista tormentato” fin dall’infanzia e non adeguatamente “riconosciuto”, seppur pervaso da un fortissimo slancio ottimista e dalla consapevolezza della bellezza della vita. Una bellezza semplice, dai contorni volutamente sfumati e da vivere in momenti dissoluti, dai colori forti e spregiudicati e priva di abbellimenti, nei disegni come nelle tinte. Nessuno, dopo di lui, è stato in grado di rendere così “perfetto” il volto dell’imperfezione. È questo il suo stile.

In mostra litografie a colori (come Jane Avril, 1893), manifesti pubblicitari (come La passeggera della cabina 54 del 1895 e Aristide Bruant nel suo cabaret del 1893), disegni a matita e a penna, grafiche promozionali e illustrazioni per giornali (come in La Revue blanche del 1895) diventati emblema di un’epoca indissolubilmente legata alle immagini dell’aristocratico visconte Henri de Toulouse-Lautrec.

Rampollo di un’antica famiglia aristocratica del sud della Francia, nel 1881 il diciassettenne Henri decide di sfidare l’opposizione del padre, trasferirsi definitivamente a Parigi e di diventare pittore. Era ormai chiaro che non avrebbe potuto seguire le tradizioni di famiglia, una vita da gentiluomo di campagna o una carriera militare: a causa di una malattia genetica, la sua crescita si era fermata appena sopra il metro e mezzo, con gambe cortissime e problemi alla parola. Nonostante i limiti fisici Henri non ha difficoltà a inserirsi nel mondo libero e bohémien degli artisti e degli spettacoli: i caffè- concerto e i cabaret, principali luoghi della vita notturna parigina di fine secolo, diventano il suo rifugio prediletto e forniscono i temi principali della sua arte. Fra coraggiose scelte di soggetti scabrosi e innovative ricerche espressive, Toulouse Lautrec trae ispirazione per i protagonisti delle sue opere soprattutto dal quartiere parigino di Montmartre e ne racconta la vita notturna, alternando l’animazione dei locali con istanti di quotidianità, sempre fissati con un effetto di grande immediatezza.

In poco tempo diventa uno degli illustratori e disegnatori più richiesti di Parigi; gli sono commissionati manifesti pubblicitari per le rappresentazioni teatrali, i balletti e gli spettacoli, oltre che illustrazioni d’importanti riviste dell’epoca, come la satirica Le Rire.

Il circo e il Moulin Rouge, l’amore e le stelle effimere del cabaret, l’ultimo bicchiere di assenzio e il sorriso tirato di un’attricetta: l’aristocratico visconte di Lautrec lascia la scena a trentasette anni, il 9 settembre 1901, alle soglie del XX secolo. Un’epoca si chiude con lui.

Herakleidon Museum, Athens, Greece www.herakleidon-art.gr

PAN Art Connections Inc. www.pan-art-connections.com

SCHEDA TECNICA

Titolo: Toulouse-Lautrec. La Belle Époque

A cura di Stefano Zuffi

Sede
Palazzo Chiablese Piazzetta Reale, Torino

Date al pubblico 22/10/16 – 5/03/2017

Dalla collezione Herakleidon Museum, Atene, Grecia

Orari

lunedì 14.30 - 19.30

martedì, mercoledì, venerdì, sabato e domenica 9.30 - 19.30

giovedì 9.30 - 22.30

(la biglietteria chiude un’ora prima)

Aperture straordinarie

- lunedì 31 ottobre: 9.30 – 19.30

- lunedì 5 dicembre: 9.30 – 19.30

- martedì 1 novembre: 9.30 – 19.30

- giovedì 8 dicembre: 9.30 – 19.30

- sabato 24 dicembre: 9.30 - 17.30 (due ore prima del classico orario di chiusura)

- domenica 25 dicembre: 14.30 - 19.30

- lunedì 26 dicembre: 9.30 – 19.30

- sabato 31 dicembre: 9.30 - 17.30 (due ore prima del classico orario di chiusura)

- domenica 1 gennaio: 12.30 - 19.30

- lunedì 2 gennaio: 9.30 – 19.30

- venerdì 6 gennaio: 9.30 – 19.30

Info e prenotazioni Tel. +39 011.024301 www.mostratoulouselautrec.it

Biglietti

Intero € 13,00

Ridotto € 11,00

Visitatori dai 15 ai 26 anni, visitatori oltre i 65 anni con documento, portatori di handicap, militari, forze dell’ordine non in servizio, insegnanti, giornalisti non accreditati con regolare tessera

Ridotto Speciale € 6,50

Minori dai 6 ai 14 anni, volontari Servizio Civile muniti di tesserino

Omaggio

Gratuito Minori fino ai 6 anni non compiuti, un accompagnatore per disabile che presenti necessità, dipendenti della Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici del Piemonte, giornalisti con tesserino ODG per servizio (previo accredito – non si procede con l’accreditare la stampa sabato, domenica e nei giorni festivi), tesserati ICOM, guide turistiche della provincia di Torino munite di tesserino di abilitazione, possessori coupon omaggio, possessori vip card Arthemisia Group, possessori di Abbonamento Musei Torino Piemonte e Torino + Piemonte Card.

Open € 15,00

Consente l’ingresso in mostra senza necessità di bloccare la data e la fascia oraria

SPECIALE FAMIGLIA

€ 11,00 adulto‐ € 6,50 bambino (dai 6 ai 14 anni)

RIDOTTO CONVEZIONE € 8,00

Tutti i martedì gli studenti universitari muniti di tesserino

GRUPPI

€ 11,00 gruppi di minimo 15 e massimo 25 persone

1 gratuità per l'accompagnatore prenotazione obbligatoria

microfonaggio obbligatorio

SCUOLE

€ 6,00 a studente, massimo 25 persone

2 gratuità per gli insegnanti accompagnatori prenotazione obbligatoria

microfonaggio obbligatorio per scuole secondarie di 1° e

2° grado.

Scuole dell’infanzia € 4,00

2 gratuità per gli insegnanti accompagnatori prenotazione obbligatoria

min 15 max 25 pax

DIRITTI DI PRENOTAZIONE E PREVENDITA Gruppi e singoli € 1,50 per persona Scolaresche € 1,00 per studente

VISITE GUIDATE

(Tariffe biglietto escluso, prenotazione obbligatoria, min 15 max 25 pax, microfonaggio obbligatorio per gruppi adulti e scuole secondarie di 1° e 2° grado)

Gruppi € 117,00 sistema di microfonaggio incluso nel costo della visita.

In lingua straniera € 137,00

Scuole di infanzia e scuole primarie € 70,00

In lingua straniera € 90,00

Scuole secondarie di 1° e 2° grado € 80,00

In lingua straniera € 100,00

sistema di microfonaggio incluso nel costo della visita.

 

MICROFONAGGIO PER GRUPPI CON GUIDA ESTERNA

(Tariffe biglietto escluso, prenotazione obbligatoria, min 15 max 25 pax, microfonaggio obbligatorio)

Gruppi: € 30,00

Scuole: € 15,00

VISITE GUIDATE PER SINGOLI A CALENDARIO

(tariffa biglietto escluso, min 15 max 25 pax, microfonaggio obbligatorio)

€ 6,00 cad. sistema di microfonaggio incluso nel costo della visita. Giovedì ore 20.30

Sabato 15.00 e 17.00

Domenica 10.00 e 12.00 (da giovedì 27 ottobre)

AUDIOGUIDA € 5,00 adulti

Troupe

 
Zapping
XXI Cous Cous Fest XXI Cous Cous Fest 21 - 30 settembre 2018
Tra profumi, colori e sapori provenienti da tutto il mondo, si ripete dal 1998, a San Vito Lo Capo,il Cous Cous Fest, un evento gastronomico internazionale.
Panem et circenses Panem et circenses
Tutto quello che avreste voluto sapere sul cibo, dalla preistoria al XIX secolo. Dall'archeologia culinaria alla simbologia della preparazione, rituali e curiosità sull'uso e l'evoluzione del cibo, con visite guidate al laboratorio di restauro.
Terra Madre Salone del Gusto 2018 Terra Madre Salone del Gusto 2018
Organizzato da Slow Food, Regione Piemonte e Città di Torino, Terra Madre Salone del Gusto anima Torino dal 20 al 24 settembre; l’edizione 2018 anima molti luoghi della città di Torino e va a toccare anche diversi punti del territorio piemontese.
Eliott Erwitt: i cani sono come gli umani, solo con più capelli Eliott Erwitt: i cani sono come gli umani, solo con più capelli
Alla casa dei Carraresi di Treviso, dal 22 settembre 2018 al 3 febbraio 2019, una selezione per la prima volta esposta in Italia, che raggruppa oltre ottanta fotografie accompagnate da video, documenti e altro materiale dedicato al tema.
Castello di Carpineti - Foto di Giuseppe Maria Codazzi I Castelli delle Donne
Storie di grandi donne che hanno lasciato il segno, in un viaggio speciale tra i più bei castelli del territorio di Parma, Piacenza e Reggio Emilia. Con Destinazione Turistica Emilia.
Teatro Vittorio Emanuele - AAST Messina Messina e dintorni
Situata sulla punta settentrionale della Sicilia, nota anche come "città dello stretto", Messina accoglie il viaggiatore che sbarca su questa meravigliosa isola così ricca di profumi, leggende, storia e tutti le sfumature della terra, del sole.
Copyright © 2004-2018 MEMOKA P.IVA 08522530966 Tutti i diritti riservati.