Sondrio, Castel Masegra - foto Archivio Provincia di Sondrio Sondrio e la Valtellina
La Valtellina si trova a pochi chilometri da Milano, nel cuore delle Alpi e confina con la Svizzera. E' raggiungibile da sud passando per il Lago di Como; da nord attraverso i valichi alpini, la maggior parte dei quali aperti tutto l'anno.
Immagini Correlate (19)

E’ un territorio interamente montuoso in tutta la sua estensione e offre una grande varietà di paesaggi che consentono di praticare la montagna in tutti i suoi aspetti. L’escursione altitudinale, compresa tra i 200 m del Pian di Spagna e i 4000 m del Pizzo Bernina, e la particolare disposizione geografica est-ovest, atipica rispetto alle altre vallate alpine, presenta infatti ambienti naturali di fondovalle, di mezza costa e di alta montagna, diversificati nella flora e nella fauna, nelle colture, nelle abitazioni, nelle tradizioni, nelle abitudini, nei dialetti.
Gran parte del territorio, solcato dal fiume Adda, è riconosciuto oggi come area protetta, con le tante riserve e alcuni monumenti naturali. Su questi spiccano il Parco Nazionale delle Stelvio, il più vasto nelle Alpi, e il Parco Regionale delle Orobie Valtellinesi sul versante nord delle Alpi Orobie.
Il paesaggio della Valtellina è caratterizzato da una lunga teoria di terrazzamenti vignati, sostenuti da muretti a secco, frutto del secolare lavoro dell’uomo su una terra severa.

Natura ValtellinaLa natura della Valtellina
La Valtellina è un grande parco verde nel cuore delle Alpi.
Sono molte le aree protette e le oasi naturali presenti sul territorio. Le più note sono senza dubbio il Parco Nazionale dello Stelvio e il Parco delle Orobie Valtellinesi, ma basta spostarsi di poco dalle vie di comunicazione principali per scoprire dimensioni uniche e straordinarie. Il vasto scenario naturale della vallata è in grado di soddisfare la voglia di aria pura e di camminate in una cornice di estrema bellezza, che ha saputo ispirare molti artisti e scrittori.
Il primo passo della vacanza in Valtellina potrebbe partire proprio dalla conoscenza delle sue valli e cime. Per gli amanti della natura, non c’è che l’imbarazzo della scelta tra i tanti parchi e riserve della vallata. La Valchiavenna, ad esempio, propone percorsi immersi nella natura rigogliosa delle Alpi e itinerari ricchi di storia.
In Bassa Valtellina sono due le principali aree protette della zona: Parco delle Orobie Valtellinesi e Oasi Naturale del Pian di Spagna. I parchi naturali a Sondrio e Valmalenco sono straordinari. Si possono ammirare paesaggi, osservare animali e fiori caratteristici nel loro habitat naturale.  La Media Valtellina offre ai turisti le proprie bellezze ambientali più emozionanti. Un patrimonio tutto da scoprire.
L’Alta Valtellina è sinonimo di natura, di ambienti incontaminati, di oasi di pace dove ancora è possibile immergersi nella vita della Terra e sentirne pulsare i battiti.


Anche la flora e la fauna in questa terra assumono caratteristiche e colori diversi a seconda della quota sul livello del mare.
Si parte dalle spettacolari coltivazioni terrazzate concentrate nel fondovalle, trovando a salire castagneti, aceri, querce e tigli, fin verso i 2000 metri, dove la vegetazione è caratterizzata da arbusti e cespugli a rododendro, ginepro e mirtillo.
Le rocce e i ghiacciai aprono uno spaccato suggestivo sulla storia più antica di questa terra. I musei mineralogici sparsi nella vallata documentano in modo dettagliato l’ampia varietà di rocce presenti. Anche i ghiacciai offrono un esempio davvero emozionante dei segni lasciati nelle epoche passate in Valtellina.
E poi c’è l’acqua, con i laghi e i fiumi. La presenza di questo elemento in Valtellina è molto rilevante, tanto che si contano centinaia di torrenti e un’infinità di laghi alpini. Luoghi incantati, che sono la meta ideale per chi ama passeggiare e prendere il sole in riva ad un specchio d'acqua cristallino. Un patrimonio prezioso, che trova espressione anche nelle sedi termali della Valtellina.

L'inverno in ValtellinaPanorama Valtellina
Il comprensorio sciistico valtellinese si sviluppa su oltre 400 chilometri di piste, servite da 112 impianti di risalita e dotate di moderne strutture per l’innevamento programmato, nonchè numerosissime scuole di sci per principianti e non.  Molte stazioni sciistiche offrono ai cultori della tavola da snowboard aree riservate - gli snowpark – con varie strutture per mettere a punto le mille acrobazie che si possono compiere sulla neve.  Riserva Sant'AntonioA questi numeri si aggiungono i diversi tracciati di fondo, gli itinerari scialpinistici e le passeggiate da scoprire con le ‘ciaspole’ ai piedi.  L’offerta invernale si completa con le tante piste di pattinaggio - molte delle quali coperte - e i tracciati per lo sleddog, la slitta trainata dai cani. Le località più note dello sci valtellinese sono Livigno, Bormio, Santa Caterina, Valdidentro, Madesimo, Aprica, Chiesa in Valmalenco, Caspoggio, Valgerola e Teglio.

L'estate in Valtellina
L’esplosione di colori e le piacevoli temperature creano in Valtellina il contesto ideale per escursioni a piedi o in mountain 1bike su percorsi che spaziano dai sentieri d’alta montagna, ai circuiti nei vigneti terrazzati.  Infinite sono poi le possibilità per l’alpinismo, con cime che toccano e superano i 4000 m, mentre gli amanti dell’arrampicata avranno solo l’imbarazzo della scelta tra percorsi di tutte le difficoltà. Canyoning e rafting sono praticabili nei torrenti cristallini della Valtellina, mentre il golfista potrà provare l’esperienza unica di scendere su green contornati da vigneti e ai piedi delle Alpi.


TESTI ED IMMAGINI PUBBLICATI PER GENTILE CONCESSIONE DELLA PROVINCIA DI SONDRIO - SETTORE TURISMO

Cerca le altre Guide Cerca le altre Guide
 
Zapping
Pellizza da Volpedo - Sul fienile Pellizza da Volpedo - Sul fienile
Volpedo, paese natale di Giuseppe Pellizza, in provincia di Alessandria, è teatro di un’operazione culturale dal grande significato storico e artistico, dal 2 al 30 giugno 2019.
Notte Europea dei Musei a Napoli Notte Europea dei Musei a Napoli
E’ “Festa dei Musei” nei siti archeologici vesuviani. Il 18 maggio, le aree archeologiche di Pompei, la Villa San Marco a Stabia, la Villa di Poppea ad Oplontis e l’Antiquarium di Boscoreale saranno aperti, in via straordinaria, per la “Notte Europea dei Musei”, dalle 20,30 alle 22,30.
Gonçalo Mabunda - senza titolo Gonçalo Mabunda - Il Creatore nascosto
Dal 19 maggio al 30 giugno 2019, la sede di Pietrasanta (LU) della Galleria Giovanni Bonelli ospita la personale di Gonçalo Mabunda (Maputo, 1975).
3 giugno 2019 Giornata Mondiale della Bicicletta 3 giugno 2019 Giornata Mondiale della Bicicletta
Percorrere circuiti di montagna, conquistando le vette attraverso salite vertiginose, oppure pedalare tranquillamente, respirando l’aria salubre in riva al mare. Ce n’è davvero per tutti i gusti, e per tutte le velocità, il 3 giugno 2019.
Castel del Giudice - Borgotufi - Esterno Il borgo di Castel del Giudice
Dai terreni in disuso è nato il meleto biologico Melise, da vecchie case l’albergo diffuso Borgotufi, con centro benessere, ristorante e case in legno e pietra che si affacciano sui boschi dell’Alto Molise. Un esempio di turismo sostenibile.
Castello di Carpineti - Foto di Giuseppe Maria Codazzi I Castelli delle Donne
Storie di grandi donne che hanno lasciato il segno, in un viaggio speciale tra i più bei castelli del territorio di Parma, Piacenza e Reggio Emilia. Con Destinazione Turistica Emilia.
Copyright © 2004-2019 MEMOKA P.IVA 08522530966 Tutti i diritti riservati.