Galleria Nazionale delle Marche
Periodi di apertura - chiusuraPeriodi di apertura - chiusura
Condizioni e PrezziCondizioni e Prezzi
ServiziServizi
NoteNote
piazza Duca Federico 107, Urbino - 61029 (PS)
Tel: 07222760 Fax: 07224427
Email:Registrati
Orari
Lunedì 08:30 - 14:00
 
Martedì 08:30
19:15 
Mercoledì 08:30
19:15 
 
 
Giovedì 08:30
19:15 
Venerdì 08:30
19:15 
Sabato 08:30
19:15 
Domenica 08:30
19:15 
Periodi di apertura - chiusura
Chiusura 25 Dicembre -
Chiusura 01 Gennaio -
Condizioni e Prezzi
Prenotazione
Prenotazione
Costo di prenotazione (non obbligatoria) per gruppi: Euro 0,50 da effettuarsi telefonicamente al n° 0722-322625
Prezzi
Prezzi
Ingresso a pagamento    

Prezzi: €4.50 - €6.50

Servizi
Tipo di museo
Tipo di museo
Artistico    
Laboratorio
Laboratorio
Laboratorio didattico    
Archivio
Archivio
Archivio fotografico    
Generale
Generale
Biblioteca     Caffetteria     Libreria - negozio     Pubblicazioni del museo     Sala convegni     Sala proiezioni     Visitabile anche a richiesta    
Per i disabili
Per i disabili
accessibile
Lingue
Lingue
Inglese     Francese    
Note

Lo splendido  palazzo, voluto da Federico da Montefeltro a gloria della sua casata e, al contempo, espressione della sua personalità di uomo del Rinascimento, è sede della Galleria Nazionale delle Marche, istituita nel 1912. Sotto il dominio di Federico, che giunge al governo dello Stato dei Montefeltro nel 1444, Urbino diventa in pochi decenni uno dei fari del Ri­nascimento italiano.

Nel 1474 il conte riceve da Sisto V della Rovere l'ambita no­mina a duca e l'orgogliosa iscrizione FE-DUX campeggia do­po quella data su molte parti del palazzo. Grazie alla raffinata scelta di decoratori, provenienti soprattutto da Firenze e dalla Lombardia, e di artisti e archi­tetti all'avanguardia, come Piero della Francesca o Leon Bat­tista Alberti, Federico trasforma definitivamente il contesto culturale e urbano.

Il palazzo ducale è contrassegnato da diverse fasi di sviluppo cui ha con­tribuito essenzialmente l'architetto dalmata Luciano Laurana, disponendo organicamente gli spazi attorno al cortile e realizzando la pittoresca facciata serrata tra due slanciati torricini divenuti elemento inconfondibile del paesaggio urbinate. Al completamento del palazzo lavorarono in seguito altri importanti architetti quali il senese Francesco di Giorgio Martini e Girolamo Genga. La Galleria Nazionale delle Marche è costituita da una raccolta di opere provenienti in gran parte dal territorio marchigiano, che documentano l'arte della regione, oltre che quella italiana.

Nella sua storia il museo ha visto un continuo ampliarsi delle collezioni e degli spazi espositi­vi nel palazzo, con una costante politica di acquisti e donazioni. Le collezioni, ordinate cronologicamente e per scuole, occupano settantatré sale, principalmente al piano nobile e al secondo piano della residenza ducale, tra  le quali spiccano in particolare dipinti di Piero della Francesca, Paolo Uccello, Giusto di Gand, Pedro Berruguete, Giovanni Santi, Luca Signorelli, Raffaello, Tiziano Vecellio, Lorenzo Lotto, Federico Barocci, Orazio Gentileschi, Giovan Francesco Guerrieri, Guercino, Reni, ecc.

Lo splendido palazzo, voluto da Federico da Montefeltro a gloria della sua casata e, al contempo, espressione della sua personalità di uomo del Rinascimento, è sede della Galleria Nazionale delle Marche, istituita nel 1912. Sotto il dominio di Federico, che giunge al governo dello Stato dei Montefeltro nel 1444, Urbino diventa in pochi decenni uno dei fari del Ri­nascimento italiano. Nel 1474 il conte riceve da Sisto V della Rovere l'ambita no­mina a duca e l'orgogliosa iscrizione FE-DUX campeggia do­po quella data su molte parti del palazzo. Grazie alla raffinata scelta di decoratori, provenienti soprattutto da Firenze e dalla Lombardia, e di artisti e archi­tetti all'avanguardia, come Piero della Francesca o Leon Bat­tista Alberti, Federico trasforma definitivamente il contesto culturale e urbano. Il palazzo ducale è contrassegnato da diverse fasi di sviluppo cui ha con­tribuito essenzialmente l'architetto dalmata Luciano Laurana, disponendo organicamente gli spazi attorno al cortile e realizzando la pittoresca facciata serrata tra due slanciati torricini divenuti elemento inconfondibile del paesaggio urbinate. Al completamento del palazzo lavorarono in seguito altri importanti architetti quali il senese Francesco di Giorgio Martini e Girolamo Genga.

 

La Galleria Nazionale delle Marche è costituita da una raccolta di opere provenienti in gran parte dal territorio marchigiano, che documentano l'arte della regione, oltre che quella italiana. Nella sua storia il museo ha visto un continuo ampliarsi delle collezioni e degli spazi espositi­vi nel palazzo, con una costante politica di acquisti e donazioni. Le collezioni, ordinate cronologicamente e per scuole, occupano settantatré sale, principalmente al piano nobile e al secondo piano della residenza ducale, tra le quali spiccano in particolare dipinti di Piero della Francesca, Paolo Uccello, Giusto di Gand, Pedro Berruguete, Giovanni Santi, Luca Signorelli, Raffaello, Tiziano Vecellio, Lorenzo Lotto, Federico Barocci, Orazio Gentileschi, Giovan Francesco Guerrieri, Guercino, Reni, ecc.

Cortile di Palazzo Ducale
Ti potrebbe interessare anche...
Museo San Francesco Mappa Mappa
piazza San Francesco , Mercatello sul Metauro (PS)
Museo di Scienze della Terra e del Lavoro Contadino Mappa Mappa
piazza Conti Oliva 2, Piandimeleto (PS)
Museo Storico del Fiume Metauro Mappa Mappa
via Roma , Montemaggiore al Metauro (PS)
Museo Storico Minerario di Novafeltria Mappa Mappa
via Montecchio 20, Novafeltria (PS)
Museo Tempietto Rossiniano - Fondazione Rossini Mappa Mappa
piazza Olivieri 5, Pesaro (PS)

Mappa

Zapping
Raffaello e gli amici di Urbino Raffaello e gli amici di Urbino
Indaga e racconta, per la prima volta in modo così compiuto, il mondo delle relazioni di Raffaello con un gruppo di artisti operosi a Urbino che accompagnarono, in dialogo ma da posizioni diverse, la sua transizione verso la maniera moderna.
Il cuore dell’Europa: i tesori della Sezione di Archivio di Stato di Camerino Il cuore dell’Europa
Venerdì 11 ottobre 2019, alle ore 16.00, presso la Sezione di Archivio di Stato di Camerino verrà inaugurata la mostra documentaria curata dalla dott.ssa Emanuela Di Stefano e visitabile fino al 15 gennaio 2020.
Cariatide (bleue), circa 1913 Modigliani e l’avventura di Montparnasse
Capolavori dalle collezioni Netter e Alexandre Livorno - Museo della Città 7 novembre 2019 – 16 febbraio 2020 La grande retrospettiva nella città natale dell’artista in occasione del centesimo anniversario della sua scomparsa.
Vincent van Gogh (1853-1890). Margherite Van Gogh, Monet, Degas: The Mellon Collection
Padova, Palazzo Zabardella, dal 26 ottobre 2019 al 1 marzo 2020. La mostra celebra Paul Mellon e sua moglie Rachel ‘Bunny’ Lambert, due tra i più importanti e raffinati mecenati del XX secolo.
Castello di Brescia Scoprire Brescia
Gli itinerari e le idee di viaggio presentate in questa guida si propongono come uno strumento per esplorare Brescia e il suo territorio, osservandoli da diversi punti di vista.
San Francesco del Prato - Abside - Credit Giuseppe Bigliardi San Francesco del Prato
Tutta Parma, e non solo, si stringe intorno al progetto di restauro di San Francesco del Prato, con una raccolta fondi e da un ricco programma di eventi per sostenere la rinascita di un simbolo della “Capitale Italiana della Cultura” per il 2020.
 

Regione

Provincia

Seleziona Destinazione

Arte

Chiudi

Arte

Chiudi
spiegazione tipo alloggio...
Reset
Copyright © 2004-2019 MEMOKA P.IVA 08522530966 Tutti i diritti riservati.