Arte Attualita' ed eventi Cultura Moda Musica Rassegne, fiere e sagre
Ferrata Castiglioni - Archivio Madonna di Campiglio - Pinzolo - Val Rendena - Azienda per il Turismo S.p.a. Festival "Mistero dei Monti" a Madonna di Campiglio
28 luglio 2011 - L’edizione 2011 del festival "Mistero dei Monti" - dal titolo "Passo dopo passo" - rende omaggio ai cento anni di vita del gruppo Guide Alpine di Madonna di Campiglio.

Festival Mistero dei Monti: Passo dopo passo

Montagne da salire, uomini che passo dopo passo vanno alla montagna: l’edizione 2011 del festival «Mistero dei Monti» - dal titolo «Passo dopo passo» - rende omaggio ai cento anni di vita del gruppo Guide Alpine di Madonna di Campiglio e ai tanti passi che hanno accompagnato chi si volgeva alla montagna per comprenderne la materia, la bellezza e l’enigma. La figura della guida alpina sarà indagata – com’è nello spirito del festival – attraverso linguaggi diversi: cinema, letteratura, filosofia, storia e itinerari naturalistici. Tanti appuntamenti che percorrono l'estate campigliana, dal 28 luglio al 28 agosto, e un’esplorazione a partire dal volto della vecchia guida alpina che agli inizi del Novecento «faceva strada» su erti sentieri e franosi ghiaioni, per allargare lo sguardo alla guida in senso letterario, storico, filosofico e contemporaneo. Con le guide alpine di ieri e di oggi, con tante storie di montagna e di vita la nona edizione del «Mistero» chiede e si chiede come muovere – affacciàti al terzo millennio – il passo.

Ma un secondo, straordinario secolo si ricorda quest’anno: l’inizio del festival coincide infatti con una data mitica per la storia delle Dolomiti di Brenta. Il 28 luglio del 1911 un giovane alpinista, Paul Preuss, s’incamminava da solo sui sentieri e sui ghiaioni del Brenta rapito dalla verticalità e dalla bellezza di quelle cime e tracciava con il suo stile inconfondibile una via sulla parete est del Campanile Basso che da allora porta il suo nome.

Crozzon - Dolomiti del BrentaPreuss parlando delle Dolomiti di Brenta scrisse anche qualcosa di più dell’impresa alpinsitica: «Di tutte le montagne che ho visto finora – si legge nei suoi appunti – di tutte le ascensioni che ho fatto, il ricordo del Crozzon (nella foto a sinistra) di Brenta e delle giornate trascorse tra le sue pareti sarà tra i più belli della mia vita». Mai più – né prima né dopo quel luglio 1911 – l'alpinismo favoloso del Brenta ebbe un incontro più memorabile e un collaudo più ambìto: Paul Preuss è oggi tra i grandi dell'alpinismo. Prodigioso fanciullo che a 16 anni avrebbe elencato circa trecento di quelle sue temerarie salite, tutte effettuate senza alcun mezzo artificiale. Il 1911, come lui stesso scrisse, fu un anno di grazia: a distanza di cento anni in un luogo selvatico ai piedi del Crozzon di Brenta Erri De Luca avrà parole lievi ma straordinariamente dense per ricordare la sua presenza, il suo sguardo, la sua abilità e quella speciale limpidezza nel salire le pareti rocciose. Un'edizione segnata profondamente da due anniversari di grande significato, cui se ne aggiunge un terzo: i 150 anni dell'Italia Unita.

A meditare sui nostri passi saranno inoltre il filosofo Massimo Cacciari, il fotografo Fulvio Roiter, la scrittrice Vera Slepoj, gli alpinisti Kurt Diemberger e Nives Meroi, lo studioso di Dante Alessandro Scafi. Le guide a cui si guarderà sono Mosè con il suo popolo; Virgilio e Beatrice con Dante; Papa Wojthyla, guida spirituale a passeggio sull'Adamello; e altre ancora. Inoltre, spazio alla lettura con il debutto di «Campiglio Libri» (dal 9 al 24 agosto); e tanti itinerari naturalistici, teatro, fotografia e altro ancora.

Il festival, ideato da Roberta e Giacomo Bonazza, è promosso dall’Azienda per il Turismo di Madonna di Campiglio, Pinzolo, Val Rendena in collaborazione con gli assessorati all’ambiente, alla cultura e alla solidarietà internazionale della Provincia.

Informazioni in APT: telefono 0465 447501, fax 0465 440404, email info@campiglio.to, web www.campiglio.to.

****************************

PROGRAMMA COMPLETO DEL FESTIVAL:

Inizia il cammino

L’epica impresa di Paul Preuss
Incontro in quota con lo scrittore Erri De Luca
Giovedì 28 luglio alle ore 14 a malga Brenta Alta

Appuntamento ai piedi del Crozzon di Brenta con lo scrittore e alpinista Erri De Luca nello stesso giorno che – cento anni prima – vedeva l’alpinista Paul Preuss camminare sui sentieri delle Dolomiti di Brenta per disegnare una nuova e mitica via sulle sue rocce.
Un modo per  illuminare il volto felice di Preuss che restò rapito dalla bellezza dei luoghi e dall’armonia delle sue salite sul Campanil Basso e sul Crozzon di Brenta, come scrisse: “Di tutte le montagne che ho conosciuto, di tutte le scalate che ho compiuto, tra i miei ricordi più belli resteranno il Crozzon e i due giorni trascorsi sulle sue pareti.”
In caso di maltempo l’incontro sarà alle ore 18 al Palacampiglio a M. di Campiglio

Trekking in quota e incontro con lo scrittore Erri De LucaMadonna di Campiglio 1906 - cartolina d'epoca
26, 27 e 28 luglio
Trekking tra le Dolomiti di Brenta con le guide alpine di Madona di Campiglio con tappa finale il 28 luglio a Malga Brenta Alta dove si terrà l’incontro con Erri De Luca.


Incontri


La guida interiore
Incontro al belvedere di Malga Ritorto con l’alpinista Nives Meroi
Venerdì 29 luglio alle ore 18 a malga Ritorto a Madonna di Campiglio
Conversazione al cospetto delle Dolomiti di Brenta con Nives Meroi per conoscere un modo di procedere personale e in stile alpino nell’andare ai monti.
In caso di maltempo al Caffè Hofer a Madonna di Campiglio.

Cent’anni di Guide Alpine
Incontro con l’alpinista e presidente delle Guide Alpine di Madonna di Campiglio
Cesare Maestri
Mercoledì 3 agosto alle ore 18 al caffè Hofer a Madonna di Campiglio
A cento anni dalla nascita del Gruppo Guide Alpine di Madonna di Campiglio. Racconti e storie. Premessa storica di Paolo Bisti

L’uomo senza guide
Incontro con il filosofo Massimo Cacciari
Venerdi 5 agosto alle ore 18 al caffè Hofer a Madonna di Campiglio
Affacciàti al terzo millennio in una fase di grandi trasformazioni abbiamo bisogno di guide? Riflessioni a partire dall’ultimo libro di Massimo Cacciari “Hamletica”.

100 anni di guide, 150 d’unità d’Italia
Incontro con il professor Annibale Salsa e il giudice costituzionale Fernanda Contri
Mercoledì 10 agosto alle ore 18 al caffè Hofer a Madonna di Campiglio
Il ruolo delle Alpi nel tortuoso percorso di unità nazionale. Segnali e sentimenti irredentisti a Madonna di Campiglio, Tirolo meridionale ai tempi dell’unità d’Italia.

Storie di guide sulle montagne del mondo

Incontro con l’alpinista Kurt Diemberger e il giornalista Roberto Mantovani
Giovedì 11 agosto alle ore 18 al salone Hofer a Madonna di Campiglio
Fare strada, conoscere i luoghi, abitarli. Quali paesaggi e quali abitudini fanno di uomini e donne “le guide”? Diversità e similitudini in diversi luoghi del mondo con uno sguardo particolare all’Himalaya. Introduce Luciano Rocchetti dell’assessorato alla solidarietà internazionale della Pat portando esperienze trentine nel mondo.

Le guide di Dante: Virgilio e Beatrice verso il Sommo Monte
Incontro letterario con il professor Alessandro Scafi
Venerdì 12 agosto alle ore 18 al caffè Hofer a Madonna di Campiglio
Viaggio letterario dalla selva oscura alla foresta edenica; e dalla felicità naturale
alla visione di Dio con due guide d’eccezione: Virgilio e Beatrice. Condotti dalle parole del professor Alessandro Scafi del Warburg Institute di Londra.

Guida alpina: donna?

Incontro con la scrittrice Vera Slepoj e Renata Rossi prima guida alpina italiana
Mercoledì 17 agosto alle ore 18 al caffè Hofer a Madonna di Campiglio
In cento anni di storia come è cambiata nell’immaginario collettivo l’idea della Guida alpina come uomo forte e coraggioso? Presenta la giornalista Alessandra Possamai Vita

Mosè Guida
Incontro con il professor Massimo Giuliani
Introduce Lia Giovanazzi Beltrami assessore solidarietà internazionale PAT
Giovedì 18 agosto alle ore 18 al caffè Hofer a Madonna di Campiglio
Sarà illuminata la figura di Mosè, profeta, guida e condottiero del suo popolo. Il Monte Oreb dove avviene la chiamata, il Monte Sinai dove riceve le Tavole della Legge e il Monte Nebo dove muore sono i monti che la guida Mosè incontra nel suo percorso.

Guida ai paesaggi
Incontro con il fotografo Fulvio Roiter
Venerdì 19  agosto al caffè Hofer a Madonna di Campiglio
Incontro con il grande fotografo Fulvio Roiter che presenterà in anteprima il suo ultimo libro World Trade Center Bifore. Un viaggio mai dimenticato in un luogo che ancora oggi ci chiama a riflettere.

Una bianca Guida sul bianco nevaio
Incontro con monsignor Salvatore Fisichella
Gli autori Lino Zani e Marilù Simoneschi
Sabato 20 agosto alle ore 18 al Paladolomiti di Pinzolo
In omaggio a Papa Wojtyla, Guida spirituale, nell’anno della beatificazione. Ricordo della sua visita sull’Adamello con testimoni. Presentazione del libro “Era santo, era uomo” edito da Mondatori. Scritto da Lino Zani e Marilù Simoneschi.


Campiglio libri

Gyalmo principessa sulle montagne del Tibet
Incontro con l’autrice Maria Antonia Sironi.
Presentano Roberto mantovani e Kurt Diemberger
Martedì  9 agosto alle ore 18 al caffè Hofer a Madonna di Campiglio
Figlia primogenita del re di Gungtang, la principessa Gyalmo trascorre la giovinezza alle falde del Shisha Panama, montagna di 8000 metri in Tibet.  Perduto il diritto alla successione, si ribella ad un matrimonio combinato, fugge dalla vita di corte e si ritira nel monastero di Pemo Choding, seguendo la sua guida dell’anima.

La legge della montagna

Incontro con l’autore Augusto Golin
Martedì 23 agosto alle ore 18 al caffè Hofer a Madonna di Campiglio
I più famosi casi giudiziari che hanno segnato la storia dell’alpinismo; un lato poco noto, ma che spesso è avvincente quanto il racconto delle grandi salite.

Dentro e fuori le cime
Incontro con il fotografo Alberto Bregani
Presenta il giornalista e scrittore Franco de Battaglia
Mercoledì 24 agosto alle ore 18 al caffè Hofer a Madonna di Campiglio
Presentazione del progetto-viaggio attraverso le Dolomiti di Brenta in corso da un anno e che si chiuderà con il solstizio d’inverno. Coautori Roberta Bonazza e Sandro Vidi.


Spazio natura

PERCORSI NATURALISTICI

La via al Brenta: da Dolomieu a Freshfield
Sabato 13 agosto alle ore 9 con partenza dalla sede dell’Apt di Madonna di Campiglio
Attraverso un sentiero antico sulle tracce dei primi esploratori che arrivarono al cospetto delle Dolomiti di Brenta si procede alla scoperta di storie lontane e di particolari naturali che non si rivelano ad uno sguardo frettoloso. Accompagnati dal giornalista e storico dell’alpinismo Roberto Mantovani, dalle guide alpine e da una Guardia Parco in un’esplorazione del paesaggio che permetterà di fissare immagini e storie all’apparenza invisibili. Solo su prenotazione


Spazio fotografia

MOSTRA FOTOGRAFICA ITINERANTE CON NARRAZIONE

«Uomini, boschi e vette. Cent’anni di paesaggio alpino »
Dal 28 luglio al 28 agosto in piazza Righi a Madonna di Campiglio
Piccoli frammenti del grande archivio storico che è la montagna  messi in mostra nel centro di Madonna di Campiglio. Un modo per far dialogare il paesaggio d’alta quota
con la sua storia e gli avvenimenti che ne hanno segnato il destino.


Spazio teatro

Storie di vecchie Guide Alpine
Domenica 14 agosto alle ore 18 in piazza Righi a Madonna di Campiglio
Performance teatrale. Racconti e aneddoti recuperati dalla memoria delle vecchie guide alpine. Un modo per conoscere e appassionarsi alle tante storie tramandate da generazioni. Imprese epiche legate alla montagna.

______________________________________________

Il Gruppo Guide Alpine di Madonna di Campiglio
Le prime guide alpine di Campiglio, 1911«La formazione della “Società Soccorso” con sede in Campiglio, in conformità al presente statuto in base al §7 della legge sulle associazioni del 15 novembre 1867, non viene vietata». Innsbruck, lì 24 ottobre 1911. È con questa certificazione che la «Società Soccorso» tra le guide e i portatori di Madonna di Campiglio è riconosciuta dalla luogotenenza del Tirolo e Vorarlberg e legittimata a svolgere la propria attività. Scopo: «aiutare con sussidi in caso di malattia e infortunio, mantenere ed accrescere lo spirito collegiale, l’ordine e l’armonia fra le guide, promuovere l’istruzione delle stesse e migliorare il servizio».

Il sodalizio è formato dalle guide Angelo ed Ernesto Alimonta, Antonio Dallagiacoma senior e Antonio Dallagiacoma junior, Remigio Gasperi, Romedio Polla, Gustavo e Rinaldo Vidi; e dai portatori Giovanni Caola, Quintilio Dallagiacoma e Angelo Rigoni.

«Tredici nel 1875, sedici nel 1877, trentotto nel 1881, cinquantaquattro nel 1886. È un’escalation inarrestabile, quella del numero delle guide alpine patentate del Trentino», si legge nell’annuario Sat del 1886. Una crescita costante accompagnata e assistita, anno dopo anno, dalla SAT, nata a Madonna di Campiglio il 2 settembte1872 grazie alla felice  intuizione di Nepomuceno Bolognini e di Prospero Marchetti. D'altronde tra le primissime «integerrime Guide Alpine che davano lustro alla Sat» molte provenivano dalla Rendena: Gerolamo Botteri di Strembo; Antonio Dallagiacoma «Lusion» di Caderzone; Angelo Ferrari «Spalla» di Borzago; Angelo Alimonta di Mortaso; Felice, Liberio e Amanzio Collini di Pinzolo; Anselmo Sauda di Villa Rendena. Tutte «legittimate» a svolgere il mestiere di guida dall’Imperial Regio Capitanato di Tione.


Il Mistero dei Monti
Il «mistero» è ancora intatto, ma le esperienze si sono stratificate: come la montagna.
E con l’estate e il disgelo riappare «Il Mistero dei Monti», appuntamento culturale che a Madonna di Campiglio è ormai tradizione. Promosso dall’Azienda per il Turismo Madonna di Campiglio, Pinzolo, Val Rendena, il progetto è nato nel 2002 con il riferimento e la guida del mandato internazionale della Comunità europea sancito dalla convenzioni delle Alpi. Da quel momento la tensione è rimasta la stessa: cogliere e mettere a fuoco, avvicinandolo dallo sfondo, l’universo di senso custodito dalle vette, la loro forza simbolica inesauribile. Il riconoscimento alle Dolomiti di status di patrimonio dell’umanità conferma il valore assoluto della montagna e di tutto ciò che in essa respira.

Fare dell’alta quota luogo d’incontro culturale è l’intento del festival che riunisce attorno al proprio tema, personaggi del mondo culturale ed artistico, delle scienze e dello spettacolo. L’intento è sollecitare un’ampia riflessione su una cultura del vivere la montagna più consapevole, sostenibile, rispettosa; non solo con lo scopo concreto della difesa d’un bene necessario e prezioso, ma per la crescita della sensibilità attorno alla dimensione dei monti e di tutto ciò che essa può significare oggi.
Da lì si parte per aprire ad altri orizzonti usando linguaggi diversi: quasi che la visuale dalla cima permetta corrispondenze e viaggi che non incontrano gli ostacoli del fondovalle.
Il progetto si fonda sulla convinzione che la potenza del paesaggio alpino conservi un mistero e un fascino che va oltre i tempi e le mode, facendone un protagonista assoluto.

Solo alcuni nomi delle precedenti edizioni: la ballerina e coreografa Liliana Cosi con Marinel Stefanescu, l’archeologo e fondatore del Centro Camuno di studi presistorici Emmanuel Anati, lo scrittore Erri de Luca, il pittore Paolo Vallorz, l’artista coreana Su Mei Tse, il critico d’arte Philippe Daverio, la poetessa Maria Luisa Spaziani, lo scrittore Maurizio Maggiani, il campione del mondo di immersione Umberto Pellizzari, l’attrice Lucia Bosè, il critico d’arte e già direttore del Museo Ricasso di Parigi Jean Clair, la giornalista e scrittrice Isabella Bossi Fedrigotti, lo storico dell’arte Flavio Caroli, il regista Maurizio Nichetti, l’ambientalista Julia Hill, il conduttore Massimo Cirri.

Dolomiti, CrozzonFerrata Castiglioni - Archivio Madonna di Campiglio - Pinzolo - Val Rendena - Azienda per il Turismo S.p.a.
 
Regione
Provincia
Categoria
Reset
Zapping
Marc Chagall - Anche la mia Russia ti amerà Marc Chagall - Anche la mia Russia ti amerà
Una mostra importante, di preciso impianto museale, che non intende raccontare “di tutto un po’” ma sceglie un tema preciso e lo approfondisce attraverso una selezione dei suoi capolavori imprescindibili.
MIA Photo Fair 2020 MIA Photo Fair 2020
Anche MIA PHOTO FAIR, la più importante fiera di fotografia del nostro Paese, sposta a settembre l’edizione 2020. La Fiera internazionale di fotografia si terrà dal 10 al 13 settembre in contemporanea con Milano ArtWeek.
Photolux Photolux 2020
Dal 21 novembre al 13 dicembre 2020, in attesa dell’edizione 2021 della Biennale Internazionale di Fotografia, Photolux propone cinque mostre nelle sedi storiche di Palazzo Ducale e Villa Bottini a Lucca.
To raise  the water level in a fish pond (close up), Zhang Huan, 1997 Zhang Huan. The Body as a Language
L’esposizione presenta una serie di opere fotografiche che documentano le performance, realizzate tra gli anni novanta al primo decennio del 2000, dall’artista cinese che usa il corpo come forma di espressione per interpretare la realtà.
Brescia - Villa Feltrinelli La magia di Brescia
Se avesse il mare, Brescia potrebbe candidarsi al perfetto riassunto dell’Italia. E, a essere sinceri, vista la quantità e la qualità dell’acqua in grado di ispirare un autentico clima balneare, non è poi del tutto vero che il mare qui non ci sia.
Riserva UNESCO Alto Molise - Credit Massimo Palmieri È il Molise la meta top del 2020
Itinerario nella regione inserita dal New York Times tra i luoghi più belli da visitare nel mondo. A partire da Castel del Giudice (IS), simbolo di rinascita del Molise e delle aree interne d’Italia.
Copyright © 2004-2020 Supero Ltd, Malta MT 2105-2906 Tutti i diritti riservati.