Arte Attualita' ed eventi Cultura Moda Musica Rassegne, fiere e sagre
Villa Pallavicini, una palestra per allievi campanari Villa Pallavicini, una palestra per allievi campanari
Il 22 settembre saranno visitabili alcuni campanili restaurati dopo il sisma del 2012 e saranno aperte alcune scuole campanarie che tramandano la tradizione e la tecnica campanaria, formando i campanari di domani.

Villa PallaviciniVisite guidate ed esibizioni delle scuole campanarie, scrigni di competenze e saperi
In occasione delle Giornate Europee del Patrimonio, il mondo della tradizione campanaria emiliana apre al pubblico i suoi luoghi più significativi sia dal punto di vista materiale (i campanili, le loro campane e le scuole campanarie) che immateriale (il patrimonio musicale, tecnico, sociale e culturale) con un variegato programma diffuso in tutti i territori colpiti dal sisma.

A Villa Pallavicini, dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 17, i maestri dell'Unione Campanari Bolognesi insegnano le tecniche del suono nella struttura fissa a terra installata nel cortile della villa, abitualmente utilizzata per allenare giovani campanari e formare gli allievi.
Ingresso gratuito senza limitazioni di presenze

Provengono dal campanile della soppressa parrocchia di Nugareto a Sasso Marconi (BO) le quattro campane fuse nel 1884 da Clemente Brighenti e installate dal 1993 su un telaio in ferro all'interno della “casetta” posizionata nel cortile di Villa Pallavicini.
La Curia Bolognese, proprietaria della villa, ha concesso alle associazioni campanarie locali l’utilizzo di queste campane che, in virtù delle loro medie dimensioni, vengono assiduamente utilizzate dai campanari come "palestra" per la formazione di allievi e per allenamento allo scopo di affinare la tecnica.
Sono sempre a disposizione per le prove e aspettano tutti coloro che vorranno raggiungere il cortile nella domenica dedicata alle GEP.

Il 22 settembre saranno visitabili alcuni campanili restaurati dopo il sisma del 2012 e saranno aperte alcune scuole campanarie che tramandano la tradizione e la tecnica campanaria, formando i campanari di domani.
La giornata si concluderà alle ore 18-18.30 con il suono delle campane che annunciano la riapertura post-sisma del Duomo di Mirandola, in Piazza della Conciliazione: l'iniziativa, a cura dell'Associazione corde di Bronzo di Mirandola, vedrà la partecipazione di delegazioni delle associazioni campanarie regionali che svolgeranno il solenne servizio liturgico di suono, contribuendo ad inviare un messaggio di speranza per tutte le comunità colpite dai terremoti.

Le iniziative fanno parte dell'intesa operativa per la tutela e valorizzazione del patrimonio campanario storico siglata il 27 febbraio 2019 tra la Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per la città metropolitana di Bologna e le province di Modena, Reggio Emilia e Ferrara e cinque Associazioni Campanarie del territorio (Unione Campanari Reggiani, Unione Campanari Modenesi, Unione Campanari Bolognesi, Gruppo Campanari Padre Stanislao Mattei, Campanari Ferraresi).


Costo del biglietto: ingresso libero e gratuito
Prenotazione: Nessuna
Luogo: Bologna, Cortile di Villa Pallavicini
Indirizzo: Via Marco Emilio Lepido, 196
Città: Bologna
Provincia: BO
Regione: Emilia-Romagna
Orario: dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 17
Telefono: 371 4165441
E-mail: info@unionecampanaribolognesi.it

Villa Pallavicini, una palestra per allievi campanari
 
Regione
Provincia
Categoria
Reset
Zapping
Michele Riondino & Revolving Bridge Michele Riondino & Revolving Bridge
Dai Clash agli Stray Cats passando per Elvisi e Chuck Berry un viaggio a ritroso nel tempo tra Garage, Surf, Punk, Rockabilly, la banda tarantina capitanata da Michele Riondino.
Fonte Aretusa, Siracusa Fonte Aretusa, Siracusa
La Fonte Aretusa apre al pubblico il prossimo 6 agosto con un percorso di visita che consente di ammirarne dall’interno la bellezza, accompagnati dalle voci italiane di Isabella Ragonese, Sergio Grasso e Stefano Starna.
Ferrara Buskers Festival - Compa Flamenco - Foto di Marco Tamburrini (2) Il Ferrara Buskers Festival® ritrova le sue origini
Il Ferrara Buskers Festival® si rinnova, tornando alle origini che nel 1987 hanno reso quell’idea di libertà e di apertura verso la musica e le culture del mondo il cardine su cui costruire la manifestazione.
Tartufo Nero Sapori d'autunno in Emilia Romagna
Quando arriva l’autunno, le manifestazioni, le feste e le sagre spuntano letteralmente come funghi, facendo dei paesi compresi nell’area tra Parma, Piacenza e Reggio Emilia autentici avamposti dei prodotti del sottobosco.
San Francesco del Prato - Abside - Credit Giuseppe Bigliardi San Francesco del Prato
Tutta Parma, e non solo, si stringe intorno al progetto di restauro di San Francesco del Prato, con una raccolta fondi e da un ricco programma di eventi per sostenere la rinascita di un simbolo della “Capitale Italiana della Cultura” per il 2020.
Il Castello di Milazzo Il Castello di Milazzo
La città fortificata di Milazzo, comunemente nota come “il Castello”, sorge sui luoghi dei primitivi insediamenti greci, romani, bizantini, musulmani, ma i primi documenti risalgono al periodo normanno quando viene edificato il Mastio.
Copyright © 2004-2019 MEMOKA P.IVA 08522530966 Tutti i diritti riservati.