Arte Attualita' ed eventi Cultura Moda Musica Rassegne, fiere e sagre
Leonardo Baldini, da Rosso Fiorentino, Angelo musicante Divine Creature
Dal 5 marzo al 14 aprile 2024, è in programma Divine Creature, una mostra che affronta il tema della disabilità, usando il linguaggio dell’arte. Mostra a cura di Adamo Antonacci Fotografie di Leonardo Baldini

L’esposizione propone una serie di scatti fotografici che riproduce famosi capolavori della storia dell’arte, con protagoniste persone con disabilità.

 Mostra a cura di Adamo Antonacci Fotografie di Leonardo Baldini

Il Museo Diocesano Carlo Maria Martini di Milano si fa portavoce di un messaggio forte e inclusivo nei confronti delle persone più fragili.

Dal 5 marzo al 14 aprile 2024, è infatti in programma Divine Creature, una mostra che affronta il tema della disabilità, usando il linguaggio dell’arte.

Il progetto, realizzato con la Consulta diocesana Comunità cristiana e disabilità, curato da Adamo Antonacci, in collaborazione con ANFFAS, sostenuto da BCC Milano, Pio Istituto dei sordi, Fondazione Oltre, partner tecnico Sony, propone dieci scatti, realizzati da Leonardo Baldini, che riprendono veri e propri tableau vivant ispirati a straordinari capolavori della storia dell’arte sacra: dall’Annunciata di Palermo di Antonello da Messina all'Annunciazione e la Cena in Emmaus di Caravaggio, dall'Angelo musicante di Rosso Fiorentino al Cristo e il Cireneo di Tiziano, dall’Ecce Homo del Cigoli al Lamento sul Cristo morto di Mantegna, dall’Adorazione del Bambino di Gherardo delle Notti a Il bacio di Giuda di Giuseppe Montanari, al Trasporto di Cristo al sepolcro di Antonio Ciseri, dove i personaggi dei dipinti sono interpretati da persone con disabilità e dai loro famigliari.

“Una mostra che - afferma don Mauro Santoro, presidente Consulta diocesana Comunità cristiana e disabilità - oltre ad essere ammirata per la bellezza degli scatti, ci auguriamo possa essere “sentita” attraverso le emozioni che susciterà nel cuore di chi la visiterà, cogliendo tutto il valore dell’inclusione che gli attori coinvolti hanno respirato in questa affascinante esperienza e gustando la bellezza del protagonismo di alcuni ragazzi e ragazze con disabilità che accompagneranno, con passione e professionalità, i visitatori”.

"Ho ideato e curato la mostra Divine Creature – dichiara Adamo Antonacci, con l’obiettivo di far coincidere l’arte sacra con la disabilità: l’insegnamento del Cristo che prende corpo in virtù degli ultimi, dei dimenticati, per ricordare che attraverso di loro è possibile vivere il Vangelo. Elevarsi fino a sentire la presenza di Dio. La mia speranza è che l’esposizione possa divenire stimolo a scavare nelle profondità delle nostre anime, per poi uscire dalle stanze del Museo Diocesano con uno sguardo rinnovato, autentico”.

La mostra è completata da un video che racconta il making of del lavoro realizzato da Adamo Antonacci, Leonardo Baldini, tutto lo staff e i ragazzi coinvolti.

Per tutta la durata dell’esposizione, secondo un calendario che verrà diffuso tramite i canali del Museo, grazie alla collaborazione con Anffas Nordmilano, si terranno delle visite guidate in cui saranno proprio alcune persone con disabilità ad accompagnare i visitatori alla scoperta delle fotografie in mostra (calendario su https://chiostrisanteustorgio.it/mostra/divine-creature/). Questa iniziativa è frutto del percorso educativo e formativo “Cultura Accessibile”, un progetto inclusivo avviato dalla Cooperativa Arcipelago – Anffas Nordmilano di Cinisello Balsamo. Oltre a ciò, sarà anche possibile ascoltare il loro racconto scansionando dei QR code in mostra.

“Dietro questo progetto - dichiara Nadia Righi, direttrice del Museo Diocesano di Milano - non ci sono solo tecnicismo e professionalità, ma c’è umanità, c’è poesia, c’è il desiderio di appropriarsi della bellezza e di fare un’esperienza di senso. Per questo motivo è stato chiesto ad alcuni ragazzi e ragazze con disabilità (coordinati dalla Cooperativa Arcipelago – Anffas Nordmilano di Cinisello B., insieme a Consulta diocesana Comunità cristiana e disabilità), di proseguire idealmente il progetto e di mettersi in gioco in prima persona leggendo il senso delle opere esposte dal loro personale punto di vista”.

“È un nuovo tassello - conclude Nadia Righi - che dà ulteriore vitalità a questo splendido progetto, espressione di un lavoro che vuole essere realmente inclusivo e generare in tutti la stessa esperienza di bellezza”.

Leonardo Baldini, da Gherardo delle Notti, Adorazione del Bambino

DIVINE CREATURE

Milano, Museo Diocesano Carlo Maria Martini

5 marzo – 14 aprile 2024

Orari: martedì - domenica, ore 10.00-18.00

Ultimo ingresso ore 17.30

Lunedì chiuso

Ingresso: Intero: € 9,00; Ridotto: € 7,00; Scuole e oratori: € 4,00

Il biglietto consente la visita alla collezione permanente e alla mostra Giovanni Bellini. Il Compianto dai Musei Vaticani

Informazioni: T +39 02 89420019; www.chiostrisanteustorgio.it

Leonardo Baldini, da Rosso Fiorentino, Angelo musicanteLeonardo Baldini, da Caravaggio, AnnunciazioneLeonardo Baldini, da Antonella da Messina Annunciata di PalermoLeonardo Baldini, da Gherardo delle Notti, Adorazione del BambinoLeonardo Baldini, da Giuseppe Montanari, Il bacio di GiudaLeonardo Baldini, da Lodovico Cardi, Ecce HomoLeonardo Baldini, da Tiziano Vecellio, Cristo e il CireneoLeonardo Baldini, da Antonio Ciseri, Trasporto di Cristo al sepolcroLeonardo Baldini, da Andrea Mantegna, Lamento sul Cristo mortoLeonardo Baldini, da Caravaggio, Cena in Emmaus
 
Regione
Provincia
Categoria
Reset
Zapping
Leonardo Baldini, da Rosso Fiorentino, Angelo musicante Divine Creature
Dal 5 marzo al 14 aprile 2024, è in programma Divine Creature, una mostra che affronta il tema della disabilità, usando il linguaggio dell’arte. Mostra a cura di Adamo Antonacci Fotografie di Leonardo Baldini
Giovanni Bellini (Venezia 1432 ca. - 1516), Compianto sul Cristo morto, 1473 -76, Olio su tavola, cm 107 x 84, Musei Vaticani Quattro artisti contemporanei in dialogo con un capolavoro
Dal 20 febbraio all’11 maggio 2024, il Museo Diocesano Carlo Maria Martini di Milano accoglie il Compianto sul Cristo morto di Giovanni Bellini, uno dei vertici del maestro veneziano, conservato nei Musei Vaticani.
Federico Faruffini Suonatrice di liuto 1865 Ottocento Lombardo. Ribellione e conformismo, da Hayez a Segantini
Dal 13 aprile al 28 luglio 2024, l’Orangerie della Villa Reale di Monza ospita la mostra Ottocento Lombardo. Ribellione e conformismo, da Hayez a Segantini, curata da Simona Bartolena.
Incontro di Garibaldi e del suo Stato Maggiore con ufficiali inglesi e americani La Spedizione dei Mille
Dal 27 gennaio al 7 aprile 2024, il Museo di Santa Giulia di Brescia ospita la mostra dedicata a un significativo nucleo di opere di Giuseppe Nodari (1841-1898), patriota, artista, medico originario di Castiglione delle Stiviere (MN).
Lavorazione della ceramica Guida per conoscere il Salento
Il Salento, situato nel "tacco dello stivale" italiano, è una terra dal fascino ineguagliabile, dove spiagge meravigliose e arte barocca si fondono alle antiche tradizioni e a sapori antichi.
Brescia - Ponte di Legno - Sleddog La magia di Brescia
Se avesse il mare, Brescia potrebbe candidarsi al perfetto riassunto dell’Italia. E, a essere sinceri, vista la quantità e la qualità dell’acqua in grado di ispirare un autentico clima balneare, non è poi del tutto vero che il mare qui non ci sia.
Copyright © 2004-2024 Supero Ltd, Malta MT 2105-2906 Tutti i diritti riservati.