Arte Attualita' ed eventi Cultura Moda Musica Rassegne, fiere e sagre
A man who flies up to the sky 21 ottobre - 23 ottobre - Teatro delle Moline A man who flies up to the sky 21 ottobre - 23 ottobre - Teatro delle Moline
Opera teatrale sul concetto di visione lo spettacolo, nato nel 2015, si ispira all’installazione artistica L’uomo che volò nello spazio dal suo appartamento del russo Ilya Kabakov. 21 ottobre - 23 ottobre - Teatro delle Moline.

A man who flies up to the sky Opera teatrale sul concetto di visione lo spettacolo, nato nel 2015, si ispira all’installazione artistica L’uomo che volò nello spazio dal suo appartamento del russo Ilya Kabakov.
Nello spettacolo vengono raccontate molte storie attraverso altrettante fotografie. Il percorso dei personaggi e la loro implicita relazione rappresentano il trait-d’union delle fotografie.La frettolosa modernizzazione della Cina e il potere del suo sistema politico hanno ininterrottamente definito la psiche collettiva della società. L’indicibile pressione e repulsione sono state schiaccianti, simili alla diffusione dello smog nelle città. Per quelli che hanno sofferto è impossibile cercare una via di fuga e sicurezza. La pressione dall’esterno si è convertita in ansia, nascosta sotto una massa di banalità e resistenza. Anche i cambiamenti effimeri da eccitamento e estasi potrebbero essere nulla più di una compensazione per l’ansia e la frustrazione.
Questa è l’esperienza giornaliera familiare ai cinesi contemporanei. A Man Who Flies Up to the Sky espone un collage degli opposti di “volare in alto”: essere legati, confinati, e soffocati.
42 momenti teatrali rappresentano la vita di ogni giorno di un’intera genealogia di donne e uomini. Questi sono i momenti in cui le persone gestiscono i loro bisogni di base come vestiti, cibo, sesso, conforto fisico, rifugio, e i momenti in cui fanno pace con il loro stile di vita, invecchiando, ammalandosi, e morendo. Ci sono otto attori mascherati che recitano più di 30 parti. Tutte le azioni in scena, dalla più comune routine al movimento più surreale, sono completate e compresse in uno spazio limitato. Il suono gioca un ruolo narrativo alternativo nello spettacolo. In ogni momento teatrale, il piano visivo è separato da quello uditivo; perciò il piano visivo senza suoni è collocato in sequenza nello stesso momento con il suono, ma nell’oscurità. Di conseguenza, i personaggi sono sempre in uno stato simile agli afflitti da “afasia”.
Le relazioni di partenza fra i vari personaggi costituiscono la struttura teatrale, mentre l’apparente distanza fra immagine e suono richiede un coinvolgimento attivo degli spettatori per creare collegamenti assolutamente personali fra le fotografie e i personaggi.
Le vicende e i protagonisti sono tratti dalla vita reale. La scenografia e gli oggetti di scena sono creati a partire da materiali di uso quotidiano.
Ad uno sguardo generale l’opera si presenta come un dettagliato distillato di vita quotidiana, che non solo consente al pubblico di immedesimarsi nel contesto, ma lo spinge a riflettere. Solitudine, estasi, intorpidimento, sogni, amore, sofferenza, litigi, ansia… tutto sul palco riporta tracce di vita quotidiana che scorre giorno dopo giorno. Un dramma potente che apre grandi spazi di riflessione, una nuova scoperta del teatro cinese moderno.

A man who flies up to the sky 21 ottobre - 23 ottobre - Teatro delle Moline
 
Regione
Provincia
Categoria
Reset
Zapping
Domenica a  Teatro Domenica a Teatro, la stagione di spettacoli dedicata ai bambini
Alla Città del Teatro di Cascina, da ottobre a gennaio, andranno in scena 20 spettacoli per un cartellone che ospiterà Compagnie nazionali d’eccellenza nel settore del teatro per l’infanzia. La stagione inaugura domenica 30 ottobre.
Paul Cézanne, Autoritratto col berretto bianco, 1881-1882 Scoperte e Massacri. Ardengo Soffici e l'Impressionismo a Firenze
Firenze, Galleria degli Uffizi, dal 27 settembre 2016 all'8 gennaio 2018. L'esposizione, la prima monografica dedicata a Soffici (1879 - 1964), sarà occasione per ripercorrerne l'esperienza artistica di pittore, scrittore, critico d'arte e polemista.
Bologna Jazz Festival 2016 Bologna Jazz Festival 2016
Incroci di jazz puro, musica contemporanea e suoni dalla forte connotazione geografica (latina, africana) daranno un tono di creativa sperimentazione al Bologna Jazz Festival 2016, che si terrà dal 27 ottobre al 20 novembre.
Toulouse-Lautrec. La Belle Époque Toulouse-Lautrec. La Belle Époque
Con circa 170 opere, tutte provenienti dalla collezione dell’Herakleidon Museum di Atene, dal 22 ottobre 2016 al 5 marzo 2017 arriva a Palazzo Chiablese di Torino una grande retrospettiva dedicata a Toulouse-Lautrec, l’aristocratico bohémien
Il lungolambro Guida di Monza
Monza è una delle principali località della Brianza, un'importante area geografica, economica e culturale diventata con il passare del tempo una delle zone più ricche della Lombardia. Monza è la città della Villa Reale, del Parco, della Corona Ferrea
Milano Naviglio Guida di Milano
Milano è una città difficile da amare e da dimenticare, complessa, articolata, antica e moderna, ricca e povera, con proprie tradizioni, ma assolutamente internazionale e, per dirla con un termine oggi molto in voga, in gran parte "globalizzata".
Copyright © 2004-2016 MEMOKA P.IVA 08522530966 Tutti i diritti riservati.