Arte Attualita' ed eventi Cultura Moda Musica Rassegne, fiere e sagre
Nuove offerte Contemporaneamente museo – nuove offerte per antichi dei
Dal 28 febbraio al 30 maggio il Museo Archeologico Nazionale di Pontecagnano Faiano (Salerno) apre ad una iniziativa che propone una singolare convivenza: le opere ceramiche dell’artista Wanda Fiscina e i reperti degli "Etruschi di frontiera"

Nuove offerte per antichi deiCon la mostra “contemporaneamente museo – nuove offerte per antichi dei”, il Museo Archeologico Nazionale di Pontecagnano Faiano (Salerno) apre i suoi spazi ad una iniziativa che propone una singolare convivenza:  le opere ceramiche originali dell’artista Wanda Fiscina affiancano i reperti dell’antica civiltà degli “Etruschi di frontiera”. La mostra é organizzata dalla Soprintendenza per i BSAE per le province di Salerno e Avellino di concerto con la Soprintendenza Archeologica per le province di Salerno Avellino Benevento e Caserta ed è curata da Maura Picciau e Maria Giovanna Sessa.
L’innovativo progetto espositivo, realizzato con la stretta collaborazione del Comune di Pontecagnano Faiano, guidato dal sindaco Ernesto Sica, verrà inaugurato il 28 febbraio alle ore 18.00 e sarà visitabile fino al prossimo 30 maggio. Negli spazi museali di recente costruzione si propone un singolare doppio viaggio tra antico e contemporaneo, offrendo nuove possibilità di fruizione di un patrimonio archeologico di inestimabile valore, il cui nucleo più consistente è rappresentato dai reperti provenienti da oltre 9000 sepolture che raccontano la storia dell’antico sito etrusco-campano, centro di culture, crocevia di popoli e di commerci con fenici ed egizi, aperto al sapere ed alla civiltà greca. Senza stravolgere l’originario allestimento le maioliche di Wanda Fiscina si affiancano ai ricchi corredi funerari di tombe principesche, in un gioco estetico fortemente evocativo di immagini ancestrali. Fiscina è un’artista che apre il suo animo mediterraneo ai miti della “Grande Madre”, all’intimo mistero femminino in cui fertilità e fecondità sono aggettivi e sostantivi che nel mondo antico non conoscono separazione, e i loro significati sono uniti in uno stesso concetto: il processo di dare e garantire la vita è connesso a quello della creatività, della civiltà e della cultura.
In occasione dell’inaugurazione, andrà in scena “Argillando”, performance teatrale a cura della Compagnia del Giullare, con la regia di Andrea Carraro.
Il catalogo della mostra è edito da arte'm e si avvale dei contributi critici di Adele Campanelli, Luca Cerchiai, Raffaele D’Andria, Fulvio Irace, Maura Picciau e Maria Giovanna Sessa.

Data Inizio:28 febbraio 2013
Data Fine: 30 maggio 2013
Costo del biglietto: € 2,00; Per informazioni 089848181
Prenotazione: Nessuna
Luogo: Pontecagnano Faiano, Museo Archeologico Nazionale
Orario: 09:00 - 19:00 (chiuso il lunedì)
Telefono: 089848181
E-mail: mariagiovannasessa@beniculturali.it

Pontecagnano Faiano, Museo Archeologico Nazionale
Città: Pontecagnano Faiano
Indirizzo: via Lucania 1
Provincia: (SA)
Regione: Campania
Telefono: 089848181

Nuove offerteNuove offerteNuove offerte
 
Regione
Provincia
Categoria
Reset
Zapping
Festival della Lentezza - Foto di Pierangela Flisi Festival della Lentezza 2019
I Produttori Slow, dal 14 al 16 giugno 2019, costruiscono alla Reggia di Colorno (PR) percorsi enogastronomi all’insegna della tutela della biodiversità, al Festival della Lentezza.
5° edizione del Festival della Lentezza 5° edizione del Festival della Lentezza
Dal 14 al 16 giugno 2019 alla Reggia di Colorno (PR) c’è la 5° edizione del Festival della Lentezza, 3 giorni di incontri e contaminazioni per riflettere sul “tempo che aggiusta le cose”.
1973 Pino Pinelli, Monocromo (1973-1976)
Dal 20 giugno al 21 settembre 2019 Dep Art Gallery di Milano (via Comelico 40) ospita la personale di Pino Pinelli (Catania, 1938) che presenta una serie di opere realizzate tra il 1973 e il 1976.
DeadReality005_copy © Nobuyoshi Araki Effetto Araki
21 giugno - 30 settembre 2019 Siena celebra il grande fotografo giapponese con una selezione di 2.200 immagini che percorrono oltre 50 anni di carriera.
Castel del Giudice - Borgotufi - Esterno Il borgo di Castel del Giudice
Dai terreni in disuso è nato il meleto biologico Melise, da vecchie case l’albergo diffuso Borgotufi, con centro benessere, ristorante e case in legno e pietra che si affacciano sui boschi dell’Alto Molise. Un esempio di turismo sostenibile.
Castello di Carpineti - Foto di Giuseppe Maria Codazzi I Castelli delle Donne
Storie di grandi donne che hanno lasciato il segno, in un viaggio speciale tra i più bei castelli del territorio di Parma, Piacenza e Reggio Emilia. Con Destinazione Turistica Emilia.
Copyright © 2004-2019 MEMOKA P.IVA 08522530966 Tutti i diritti riservati.