Arte Attualita' ed eventi Cultura Moda Musica Rassegne, fiere e sagre
Dal reale all’immagine. Il paesaggio ibleo nel linguaggio fotografico e pittorico
Dal 12 al 23 marzo 2018, all'Archivio di Stato di Ragusa, una mostra documentaria con un centinaio di immagini, scelte per raccontare le città iblee e i loro territori attraverso l’obiettivo della macchina fotografica e il pennello dei suoi artisti.

Dal reale all’immagine.Un centinaio di immagini, tra dipinti e fotografie, scelte per raccontare le città iblee e dei loro territori attraverso l’obiettivo della macchina fotografica e il pennello dei suoi artisti. Un interessante confronto tra pittura e fotografia emerge dalla selezione di immagini in grado di documentare e interpretare il paesaggio della città, dei campi, del mare. Pur rivelando le specificità dei deversi linguaggi espressivi, le immagini dipinte e quelle fotografiche dimostrano tangenze e influssi reciproci, contaminazioni di punti di vista e prospettive accelerate, tagli inconsueti e indagini luministiche che appartengono ad un comune orizzonte culturale. I dipinti e le immagini fotografiche documentano il paesaggio nel corso del Novecento, e consentono di scoprire i mille volti delle città e dei loro territori, rivelando inattesi confronti e testimoniando i cambiamenti del tessuto urbano e della natura circostante fino ai nostri giorni.

Un filo unico corre tra le fotografie di Antoci, Carbonaro,Assenza attivi a Ragusa e Modica dal 1930 al 1960 e il paesaggismo magistralmente interpretato negli stessi anni dagli artisti Antonino Cannj, Biagio Brancato, Giuseppe Di Martino, Nicola Simbari: gli scorci di vie piazze cittadine si alternano ad inquadrature che coniugano il profilo della città, della campagna, del mare. Le pennellate, le xilografie e gli scatti fotografici sottolineano i dettagli del paesaggio urbano e di quello naturale con un approccio emotivo differente ma con un unico filo conduttore, il paesaggio. Le immagini esposte regaleranno al visitatore i segni della storia passata, invogliandolo ad interpretarli sotto molteplici aspetti, non solo storia naturale, ma anche storia economica, culturale e sociale.

 

Redattore: GIOVANNI CALABRESE
Informazioni Evento:

Data Inizio: 12 marzo 2018
Data Fine: 23 marzo 2018
Costo del biglietto:
Prenotazione: Facoltativa; Telefono prenotazioni: 0932 622200
Luogo: Ragusa, Archivio di Stato di Ragusa
Indirizzo: viale del Fante, 7 97100 - Ragusa (RG)
Orario: Lunedì-Giovedì (08:30-16:30) Venerdì (08:30-15:30)
Telefono: +39 0932 622200
Fax: 0932 622200
E-mail: as-rg@beniculturali.it mbac-as-rg@mailcert.beniculturali.it

Dal reale all’immagine.
 
Regione
Provincia
Categoria
Reset
Zapping
Han Yuchen. Tibet, splendore e purezza Han Yuchen. Tibet, splendore e purezza
Dal 14 luglio, e per la prima volta nella Capitale, Palazzo Bonaparte ospita un’ampia retrospettiva dedicata al grande Maestro della pittura a olio della Cina contemporanea Han Yuchen.
Chiostro in fiera XXIII edizione Chiostro in fiera XXIII edizione
Da giovedì 19 a domenica 22 maggio 2022, nel chiostro del Museo Diocesano Carlo Maria Martini di Milano, si svolgerà la 23^ edizione di CHIOSTRO IN FIERA, la mostra mercato di alto artigianato.
ArtVerona edizioni precedenti ArtVerona 2022
Dal 14 al 16 ottobre 2022, a Veronafiere, torna ArtVerona, la più innovativa fiera d’arte moderna e contemporanea per valorizzare il sistema dell’arte italiana.
Dufy Raoul Atelier au torse, vers 1946 Huile sur bois 45x54 cm MAM Paris Paris Musées / Musée d\'Art Moderne Droits d\'auteur © ADAGP © Raoul Dufy by SIAE 2022 Raoul Dufy - il pittore della gioia
 Dal 14 ottobre 2022, le sale di Palazzo Cipolla ospitano la prima grande esposizione mai realizzata in Italia e dedicata a uno dei maestri dell’arte moderna: Raoul Dufy (Le Havre, 3 giugno 1877 – Forcalquier, 23 marzo 1953).
Brescia - Villa Feltrinelli La magia di Brescia
Se avesse il mare, Brescia potrebbe candidarsi al perfetto riassunto dell’Italia. E, a essere sinceri, vista la quantità e la qualità dell’acqua in grado di ispirare un autentico clima balneare, non è poi del tutto vero che il mare qui non ci sia.
Castel del Giudice - Foto dall\'alto -  Credit Emanuele Scocchera È il Molise la meta top del 2020
Itinerario nella regione inserita dal New York Times tra i luoghi più belli da visitare nel mondo. A partire da Castel del Giudice (IS), simbolo di rinascita del Molise e delle aree interne d’Italia.
Copyright © 2004-2022 Supero Ltd, Malta MT 2105-2906 Tutti i diritti riservati.