Arte Attualita' ed eventi Cultura Moda Musica Rassegne, fiere e sagre
Aspettando il Premio Strega I libri stregati
Siamo pronti per la 73esima edizione del Premio Strega, la kermesse letteraria nata in collaborazione fra la Fondazione Bellonci e il Liquore Strega che da oltre 70 anni il Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia ha il piacere di ospitare.

Aspettando il Premio Strega

Siamo pronti per la 73esima edizione del Premio Strega, la kermesse letteraria nata in collaborazione fra la Fondazione Bellonci e il Liquore Strega che da oltre 70 anni il Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia ha il piacere di ospitare cementando il suo rapporto con uno degli eventi più rilevanti per la cultura italiana, così come volle la sua ideatrice, Maria Bellonci.
Il 4 luglio in diretta su Rai Tre dal Ninfeo della Villa si decreterà il libro che si aggiudicherà il titolo fra i 5 finalisti dell'edizione 2019: Benedetta Cibrario con “Il rumore del mondo”, Claudia Durastanti con “La straniera”, Marco Missiroli con “Fedeltà”, Antonio Scurati con “M. Il figlio del secolo” e Nadia Terranova con “Addio fantasmi”. 

Per il terzo anno consecutivo le nostre vetrine accolgono i libri dei 12 semifinalisti.
Un connubio fra romanzo e archeologia che si fonda su connessioni storiche, affinità territoriali, suggestioni, logiche o relazioni ideali che dal racconto si trasferiscono alle opere del Museo con l'intento di creare una narrazione specifica e originale nel percorso museale. Un progetto che, anche a questo scopo, trae ispirazione dal “Decalogo di un museo che racconti storie quotidiane” del premio Nobel per la letteratura Orhan Pamuk.
Seguite le tracce dei Libri dello Strega nelle nostre sale, cercate il libro che vi è piaciuto di più o che non avete ancora letto... ne trarrete spunti interessanti di riflessione, vi riconoscerete nei passaggi narrativi che hanno ispirato anche noi e che, accostati a elementi figurativi, reperti archeologici, oggetti d'uso quotidiano nel mondo antico acquistano valore e significato rinnovato. Le parole scritte nel presente suggeriscono emozioni, evocano storie passate, interpretano vite, segni, legami. Proprio come i nostri reperti si mettono allo specchio per ricordarci chi siamo.
È una Storia quella che proponiamo che attende solo di essere letta.

Il percorso è visitabile fino al 6 ottobre in orario di apertura del museo (martedì-domenica dalle 9 alle 20) ed è compreso nel costo del biglietto. 

Ringraziamo il personale del Museo che ha contribuito a vario titolo alla realizzazione di questa iniziativa.

Costo del biglietto: compreso nel costo del biglieto
Prenotazione: Nessuna
Luogo: Roma, Museo nazionale etrusco di Villa Giulia
Indirizzo: piazzale di Villa Giulia, 9 00196 - Roma (RM)
Orario: 09.00 -20.00
Telefono: +39063226571
E-mail: mn-etru.comunicazione@beniculturali.it

Aspettando il Premio Strega
 
Regione
Provincia
Categoria
Reset
Zapping
XVII° Rievocazione storica della 200 Miglia di Cremona XVII° Rievocazione storica della 200 Miglia di Cremona
Questa gara si è corsa negli anni dal 1924 al 1929 ed ha visto cimentarsi le più importanti vetture dell’e-poca quali Alfa Romeo RL e P2, Bugatti, Maserati 1.500 cc e 16 cil, Talbot.
Sua maestà il Fungo Porcino festeggia ad Albareto Sua maestà il Fungo Porcino festeggia ad Albareto
Giunge alla 24esima edizione la Fiera Nazionale del Fungo Porcino di Albareto (PR) che, dal 4 al 6 ottobre 2019, animerà con appuntamenti enogastronomici a tema l’Appennino parmense.
Pierre Bonnard Il Bacino degli Yachts a Deauville Monet e gli impressionisti in Normandia
Dal 13 settembre 2019 arriva per la prima volta ad Asti, a Palazzo Mazzetti, un eccezionale corpus di 75 opere che racconta il movimento impressionista in Normandia.
Vittorio Guida, Londra, 2017 © Vittorio Guida Where are we now? Volumi I e II
Il 13 settembre Fondazione Modena Arti Visive, inaugura una serie di mostre e iniziative che coinvolgeranno le sedi di Palazzo Santa Margherita, della Palazzina dei Giardini, del MATA ex-Manifattura Tabacchi, del Museo della Figurina e di AGO Modena.
Borgo-di-Vigoleno-Credit-Leonardo-Nicolini In camper tra i castelli
Sulla strada come a casa per le rocche e i manieri, gli itinerari sono pressoché infiniti ma, procedendo da nord verso sud è possibile delinearne uno che tenga conto della presenza di aree camping e zone attrezzate limitrofe.
San Francesco del Prato - Abside - Credit Giuseppe Bigliardi San Francesco del Prato
Tutta Parma, e non solo, si stringe intorno al progetto di restauro di San Francesco del Prato, con una raccolta fondi e da un ricco programma di eventi per sostenere la rinascita di un simbolo della “Capitale Italiana della Cultura” per il 2020.
Copyright © 2004-2019 MEMOKA P.IVA 08522530966 Tutti i diritti riservati.