Arte Attualita' ed eventi Cultura Moda Musica Rassegne, fiere e sagre
Aspettando il Premio Strega I libri stregati
Siamo pronti per la 73esima edizione del Premio Strega, la kermesse letteraria nata in collaborazione fra la Fondazione Bellonci e il Liquore Strega che da oltre 70 anni il Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia ha il piacere di ospitare.

Aspettando il Premio Strega

Siamo pronti per la 73esima edizione del Premio Strega, la kermesse letteraria nata in collaborazione fra la Fondazione Bellonci e il Liquore Strega che da oltre 70 anni il Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia ha il piacere di ospitare cementando il suo rapporto con uno degli eventi più rilevanti per la cultura italiana, così come volle la sua ideatrice, Maria Bellonci.
Il 4 luglio in diretta su Rai Tre dal Ninfeo della Villa si decreterà il libro che si aggiudicherà il titolo fra i 5 finalisti dell'edizione 2019: Benedetta Cibrario con “Il rumore del mondo”, Claudia Durastanti con “La straniera”, Marco Missiroli con “Fedeltà”, Antonio Scurati con “M. Il figlio del secolo” e Nadia Terranova con “Addio fantasmi”. 

Per il terzo anno consecutivo le nostre vetrine accolgono i libri dei 12 semifinalisti.
Un connubio fra romanzo e archeologia che si fonda su connessioni storiche, affinità territoriali, suggestioni, logiche o relazioni ideali che dal racconto si trasferiscono alle opere del Museo con l'intento di creare una narrazione specifica e originale nel percorso museale. Un progetto che, anche a questo scopo, trae ispirazione dal “Decalogo di un museo che racconti storie quotidiane” del premio Nobel per la letteratura Orhan Pamuk.
Seguite le tracce dei Libri dello Strega nelle nostre sale, cercate il libro che vi è piaciuto di più o che non avete ancora letto... ne trarrete spunti interessanti di riflessione, vi riconoscerete nei passaggi narrativi che hanno ispirato anche noi e che, accostati a elementi figurativi, reperti archeologici, oggetti d'uso quotidiano nel mondo antico acquistano valore e significato rinnovato. Le parole scritte nel presente suggeriscono emozioni, evocano storie passate, interpretano vite, segni, legami. Proprio come i nostri reperti si mettono allo specchio per ricordarci chi siamo.
È una Storia quella che proponiamo che attende solo di essere letta.

Il percorso è visitabile fino al 6 ottobre in orario di apertura del museo (martedì-domenica dalle 9 alle 20) ed è compreso nel costo del biglietto. 

Ringraziamo il personale del Museo che ha contribuito a vario titolo alla realizzazione di questa iniziativa.

Costo del biglietto: compreso nel costo del biglieto
Prenotazione: Nessuna
Luogo: Roma, Museo nazionale etrusco di Villa Giulia
Indirizzo: piazzale di Villa Giulia, 9 00196 - Roma (RM)
Orario: 09.00 -20.00
Telefono: +39063226571
E-mail: mn-etru.comunicazione@beniculturali.it

Aspettando il Premio Strega
 
Regione
Provincia
Categoria
Reset
Zapping
Marc Chagall - Anche la mia Russia ti amerà Marc Chagall - Anche la mia Russia ti amerà
Una mostra importante, di preciso impianto museale, che non intende raccontare “di tutto un po’” ma sceglie un tema preciso e lo approfondisce attraverso una selezione dei suoi capolavori imprescindibili.
Mykonos, 1957 © Piergiorgio Branzi Il giro dell’occhio. Fotografie 1950-2010
L’esposizione presenta 60 immagini che documentano oltre cinquant’anni di carriera del fotografo toscano, uno dei più importanti interpreti del nostro tempo, Novara Castello Visconteo, 23 giugno - 6 settembre 2020.
Mimmo Jodice, Ercolano, 1999 La rivoluzione siamo noi Collezionismo italiano contemporaneo
Dopo l’emergenza Coronavirus che ne aveva interrotto il cammino, dal 26 settembre 2020 al 10 gennaio 2021, riapre la mostra LA RIVOLUZIONE SIAMO NOI. Collezionismo italiano contemporaneo,ospitata da XNL Piacenza Contemporanea.
Gandhi, Pune, 1946 Prima, donna. Margaret Bourke-White
Dal 25 settembre 2020 Palazzo Reale di Milano celebra Margaret Bourke-White (New York, 1904 - Stamford, 1971), tra le figure più rappresentative ed emblematiche del fotogiornalismo, attraverso una selezione inedita delle immagini più iconiche.
Brescia - Lago d\'Iseo - Piramidi di Erosione di Zone - Credit Michele Rossetti La magia di Brescia
Se avesse il mare, Brescia potrebbe candidarsi al perfetto riassunto dell’Italia. E, a essere sinceri, vista la quantità e la qualità dell’acqua in grado di ispirare un autentico clima balneare, non è poi del tutto vero che il mare qui non ci sia.
panchinart_43 È il Molise la meta top del 2020
Itinerario nella regione inserita dal New York Times tra i luoghi più belli da visitare nel mondo. A partire da Castel del Giudice (IS), simbolo di rinascita del Molise e delle aree interne d’Italia.
Copyright © 2004-2020 Supero Ltd, Malta MT 2105-2906 Tutti i diritti riservati.