Arte Attualita' ed eventi Cultura Moda Musica Rassegne, fiere e sagre
Luca-Cacciapuoti-Otello-Hugo-Boss-e-Aspesi Unconventional Verdi - The extraordinary Maestro
L’Opera incontra i linguaggi della fashion photography e del design upcycle - Fidenza Village 20 ottobre 2019, un progetto di fashion photography,

Luca-Cacciapuoti-Otello-Hugo-Boss-e-Aspesi

Giuseppe Fortunino Francesco Verdi detto Giuseppe Verdi è nato a Roncole di Busseto, fra le nebbie della Bassa parmigiana, il 10 ottobre 1813 ed è considerato il più grande compositore italiano di tutti i tempi. Genio burbero e romantico, sospettoso e riservato, permalosissimo e persino un po’ ipocondriaco. Adorato, invidiato, adulato, detestato, sbeffeggiato, corteggiato dai potenti, inseguito dai gossip, dagli impresari e dagli ammiratori, sempre sulla cresta dell’onda e sulle pagine dei giornali di tutto il mondo come un’odierna pop star.

Unconventional Verdi è un progetto di fashion photography

Unconventional Verdi – The extraordinary Maestro è un progetto artistico di Fidenza Village in collaborazione con lo studio creativo Kreativehouse. Nasce per regalare agli ospiti del villaggio l’emozione delle Opere di Giuseppe Verdi, un talento italiano conosciuto in tutto il mondo e nato proprio a pochi chilometri dal villaggio le cui architetture si ispirano proprio alle scenografie di Aida, Macbeth, Rigoletto, Otello, il Trovatore, Don Carlo.

A pochi giorni dal Festival Verdi e in vista degli eventi di portata internazionale che incoroneranno Parma Capitale Italiana della Cultura 2020, Fidenza Village annuncia un grande progetto che fonde arte, moda e design. Unconventional Verdi – The extraordinary Maestro nasce per celebrare Giuseppe Verdi, uno dei talenti creativi italiani più famosi al mondo, attraverso i linguaggi contemporanei: un esperimento di fotografia artistica e installazioni poetiche che invadono il Villaggio con le celebri arie del Maestro. Le emozioni immortali delle Opere di Verdi non sono mai state così al passo coi tempi, così “front row”, poesia viva sulla bocca di tutti.

Unconventional verdi è un progetto di fashion photography – Aida, Otello, Don Carlo, Nabucco, Giovanna D’arco, Rigoletto e il Trovatore incontrano i nuovi linguaggi dell’arte e della moda, passando per le Instagram stories. In Unconventional Verdi – The extraordinary Maestro si incontrano due mondi, quello della ricerca delle tendenze di moda e quello delle avanguardie dell’arte visiva -in particolar modo la fotografia sperimentale, per produrre un progetto fotografico open-air in cui i personaggi e le parole delle più celebri Opere di Giuseppe Verdi liberano tutto il loro potenziale romantico e i loro temi più profondi, tornando a parlare un linguaggio pop e di avanguardia per commuovere, stupire, emozionare.
Per raccontare la contemporaneità di Verdi è stato realizzato anche un fashion film che ha come protagonista Luca Cacciapuoti (Arsenyco), il fotografo protagonista degli scatti, e come colonna sonora un cut-up poetico delle più belle parole verdiane.

Jil Sander, Vivienne Westwood, Missoni, Ermenegildo Zegna, Hugo Boss, Paul Smith, Sergio Rossi, Etro, Nike, Marni, Le Silla (brand presenti a Fidenza Village con le loro boutique) sono alcuni dei marchi di moda che hanno accettato la sfida di Unconventional Verdi – The extraordinary Maestro. I loro capi iconici vestono moderni Aida, Violetta, Otello e gli altri in un sofisticato gioco di rimandi letterari e cinematografici in cui gli echi del passato si fondono con le paure e le speranze per il futuro.

I TALENTI COINVOLTI – da sempre Fidenza Village sostiene i giovani talenti, promuove la creatività e l’innovazione. Il fotografo Luca Cacciapuoti e lo stylist Nicola Pantano sono i due talenti emergenti coinvolti nel progetto curato da Kreativehouse.
Sono due creativi provenienti da mondi diversi, quello dell’editoria di moda e quello della cultura artistica underground, si incontrano in un esperimento di comunicazione mai tentato prima.
Luca Cacciapuoti, fotografo – Luca Cacciapuoti è nato a Napoli nel 1993 ed è un artista visivo. Il suo percorso comincia all’Accademia delle Belle Arti di Napoli dove studia Nuove tecnologie per l’Arte, portando avanti una carriera di oltre dieci anni come performer nelle compagnie di teatro indipendenti, toccando i teatri di tutta Europa. É in questo periodo che si avvicina al mondo della fotografia artistica e di moda collaborando con diversi fashion brand indipendenti. Un creativo dal carattere passionale e sanguigno che segue il proprio istinto creativo proprio come Giuseppe Verdi. Nei suoi scatti la dimensione teatrale e drammatica si mescola con il testo creando un interessante incontro di linguaggi che riformula risposte e genera visioni alternative.
Nella fotografia di Luca Cacciapuoti c’è una ricerca estetica che fonde diversi linguaggi: cinema, teatro, videoart e pittura. C’è la luce spirituale di Caravaggio, c’è lo spirito dei romantici della prima metà dell’Ottocento. C’è il palcoscenico e ci sono i sentimenti umani, gli istinti che davanti alla macchina fotografica come sul palco di un teatro d’Opera diventano tableau poetici capaci di colpire, emozionare, commuovere lo spettatore. “Il mio modo di fare foto viene dal mondo del teatro. Nei miei scatti ci trovi Sorrentino e Pina Bausch, Lars Von Trier e Michelangelo Antonioni. Fotografare le Opere di Verdi è come muovermi in un mondo che è mi è allo stesso tempo familiare e distante”.

Nicola Pantano, stylist – Nicola Pantano è nato a Taormina nel 1996 ed è uno dei giovani talenti della comunicazione di moda italiana. Ha studiato all’Accademia del Lusso di Milano dove ora insegna styling e trends research. Il suo talento sta nel saper interpretare l’anima di un abito e di comunicarla attraverso uno stile inconfondibile, definire le immagini di una collezione, creare icone, anticipare le tendenze.

Nicola lavora nell’editoria come consulente di moda mettendo la sua esperienza e il suo gusto a disposizione dei magazine e dei fotografi prima e durante gli scatti sul set. Nicola collabora con Vogue Italia per i progetti speciali Vogue Talents e The Next Green Italia ed è stylist del progetto digitale Shareable di Condé Nast.

I racconti nelle Opere di Verdi, contemporanei, potenti e delicatissimi

Le Opere di Giuseppe Verdi contengono richiami alla mitologia, alle fiabe e alla grande letteratura. Mettono in scena icone dell’amore eterno e inconsolabile, del conflitto tra culture, delle grandi emozioni umane, ma sono anche racconti stratificati e densi di significati simbolici evidenti e più nascosti. Sono favole senza tempo che parlano all’umanità di oggi rivelando tutta la gamma dei sentimenti, dei desideri e delle contraddizioni dell’uomo contemporaneo.

“Giuseppe Verdi ha saputo esprimere in musica in maniera profonda e immediata i sentimenti universali dell’uomo: l’amore, la pietà, la passione, la gelosia, il dolore e per questo la sua opera parla ancora oggi a persone di ogni età, nazionalità e cultura, creando uno stretto legame emozionale con ciascuna di loro” afferma Anna Maria Meo, Direttore Generale del Teatro Regio di Parma.

Altra location di pregio degli scatti sono gli spazi del prestigioso Grand Hotel et de Milan, (via Manzoni 29 a Milano). Un luogo ricco d’atmosfera, denso di tracce del passaggio di illustri personaggi il cui nome è scritto nella storia e, ancora oggi, hotel prediletto dalle celebrità della cultura, dello spettacolo, della moda, della musica e del business nazionale ed internazionale. É nella Suite 105 che il Maestro Verdi soggiornò dal 1872, alternando così la vita cittadina e di lavoro, a quella tranquilla di Sant’Agata, la sua tenuta di campagna. All’interno della suite a lui dedicata, Giuseppe Verdi compose “Otello” e “Falstaff”.

FIDENZA VILLAGE con Parma Capitale della Cultura
Fidenza Village fa parte dei soci fondatori del comitato Parma2020, contribuendo, in qualità di fiero ambasciatore del territorio nel mondo, a portare alta la qualifica di Capitale Italiana della Cultura oltre i confini nazionali e in tutti gli 11 Villaggi di The Bicester Village Shopping Collection.

KREATIVEHOUSE
Unconventional Verdi è un progetto artistico a cura di Kreativehouse.
Kreativehouse è un brand creativo di comunicazione e consulenza strategica per la moda, l’arte e il settore del non profit.
Matteo Martignoni
329.4971561
m.martignoni@kreativehouse.it

Luca-Cacciapuoti-Otello-Hugo-Boss-e-Aspesi
 
Regione
Provincia
Categoria
Reset
Zapping
Adelisa Selimbasic, Maria Perché siamo come tronchi nella neve
Nel Chiostro dei Glicini, una mostra e un’asta dal titolo Perché siamo come tronchi nella neve con opere di ventuno artiste in favore dell’Associazione Praevenus. Sabato 19 e sabato 26 giugno, visite senologiche di prevenzione gratuite in Umanitaria
MIA Photo Fair 2020 MIA Photo Fair 2020
Anche MIA PHOTO FAIR, la più importante fiera di fotografia del nostro Paese, sposta a settembre l’edizione 2020. La Fiera internazionale di fotografia si terrà dal 10 al 13 settembre in contemporanea con Milano ArtWeek.
Renato Corsini, 1980 Ritratti, sequenze fotografiche e scatti di ambientazione: omaggio a Joseph Beuys
 1921/2021. OMAGGIO A JOSEPH BEUYS Ritratti, sequenze fotografiche e scatti di ambientazione Brescia, Spazio Contemporanea (Corsetto Sant’Agata, 22) 16 giugno – 31 luglio 2021
Richard de Tscharner - Il canto della terra: un poema fotografico Richard de Tscharner - Il canto della terra: un poema fotografico
Dal 12 giugno al 22 agosto 2021, a Todi (PG) nelle tre sedi della Sala delle Pietre e del Museo Pinacoteca in Palazzo del Popolo, e del Torcularium nel Complesso delle Lucrezie, si terrà la mostra di Richard de Tscharner (Berna, 1947.
Brescia - Lago d\'Iseo - Piramidi di Erosione di Zone - Credit Michele Rossetti La magia di Brescia
Se avesse il mare, Brescia potrebbe candidarsi al perfetto riassunto dell’Italia. E, a essere sinceri, vista la quantità e la qualità dell’acqua in grado di ispirare un autentico clima balneare, non è poi del tutto vero che il mare qui non ci sia.
Riserva UNESCO Alto Molise Montedimezzo - Credit Massimo Palmieri È il Molise la meta top del 2020
Itinerario nella regione inserita dal New York Times tra i luoghi più belli da visitare nel mondo. A partire da Castel del Giudice (IS), simbolo di rinascita del Molise e delle aree interne d’Italia.
Copyright © 2004-2021 Supero Ltd, Malta MT 2105-2906 Tutti i diritti riservati.