Arte Attualita' ed eventi Cultura Moda Musica Rassegne, fiere e sagre
Gli inganni dell’esteriorità: moda ed economia dalla tarda antichità all\'Ottocento Gli inganni dell’esteriorità: moda ed economia dalla tarda antichità all'Ottocento
Conversazione per immagini sul glamour e le sue sfaccettature a cura dell'archeologa Cinzia Cavallari e della storica dell'arte Anna Stanzani. Bologna, Salone d'Onore di Palazzo Dall'Armi Marescalchi, 25 ottobre 2019.

Gli inganni dellesteriorità moda ed economia dalla tarda antichità allOttocentoConversazione per immagini sul glamour e le sue sfaccettature a cura dell'archeologa Cinzia Cavallari e della storica dell'arte Anna Stanzani

Anche se l'abbigliamento connota il rango degli individui fin dall'antichità, è a partire dagli ultimi secoli del Medioevo che si consolidano i codici basati su colori, tessuti o fogge delle vesti, finalizzati a rendere riconoscibili gerarchie e funzioni.

L'incontro con l'archeologa Cinzia Cavallari e la storica dell'arte Anna Stanzani entra nei bauli di nobildonne e illustri personaggi del passato, dalla tarda antichità al XIX secolo, con l’intento di svelare i segreti della moda che da sempre coniuga elementi diversi: materie prime e lavorazione ma anche economia e gerarchie sociali.
Dai gioielli ed elementi d'abbigliamento provenienti dai contesti archeologici di Spilamberto, Imola e altri siti della regione alla lettura degli atti notarili e di altri documenti di età moderna che danno conto dei sontuosi armadi delle donne bolognesi.

Con un curioso cameo dedicato alla disputa tra la nobildonna Nicolosa Sanuti, moglie del primo Conte della Porretta, e il cardinale legato di Bologna, Bessarione, che nel 1453 aveva emanato norme suntuarie tese a limitare le eccessive ostentazioni dell'abbigliamento, soprattutto di quello femminile. Con l'orazione passata alla storia con il nome di Orazione per la restituzione de' vani ornamenti, la Sanuti -femminista ante litteram- contestò al cardinale in perfetto latino gli assunti teorici alla base della sua politica, sottolineando l'ingiustizia di obbligare le bolognesi ad adottare costumi diversi e più modesti di quelli di tutte le altre italiane e rimarcando quanto fosse intollerabile togliere alle donne gli abiti e i gioielli simbolo della loro femminilità quando già era loro impedito di vestire i panni di magistrati, sacerdoti e militari.

L'incontro proposto dalla Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per la città metropolitana di Bologna e le province di Modena, Reggio Emilia e Ferrara rientra nel programma di iniziative della Festa Internazionale della Storia promossa da DiPaSt, Centro Internazionale di Didattica della Storia e del Patrimonio, Alma Mater Studiorum - Università di Bologna

Ingresso libero fino a esaurimento posti (capienza massima 90 persone)

Luogo: Bologna, Salone d'Onore di Palazzo Dall'Armi Marescalchi
Indirizzo: Via IV Novembre, 5
Città: Bologna
Provincia: BO
Regione: Emilia-Romagna
Orario: ore 16.30
Telefono: 051 0569333
E-mail: cinzia.cavallari@beniculturali.it

Gli inganni dell’esteriorità: moda ed economia dalla tarda antichità all'Ottocento
 
Regione
Provincia
Categoria
Reset
Zapping
Van Gogh Multimedia & Friends Van Gogh Multimedia & Friends
Dal 31 gennaio al 26 aprile 2020, la mostra multimediale a Palazzo Dalla Rosa Prati, arricchita da dipinti di Renoir, Monet e Degas, svela a Parma l’universo del geniale pittore olandese.
Fumetti nei Musei Fumetti nei Musei
Ventidue albi raccontano i musei italiani attraverso l’arte del fumetto, a Roma dal 12 dicembre 2019 al 16 febbraio 2020.
La procession. L’Enterrement sort de l’Eglise, 1920 ca. Gaugin, Matisse, Chagall: la Passione nell’arte francese dai Musei Vaticani
Dal 21 febbraio al 17 maggio 2020, il Museo Diocesano Carlo Maria Martini di Milano ospita la mostra La Passione nell’arte francese dai Musei Vaticani, che presenta una selezione di capolavori dell’arte francese del XIX e XX secolo.
La femme aux renards Jacques Henri Lartigue - L'invenzione della felicità. Fotografie
Dal 29 febbraio al 12 giugno 2020 la Casa dei Tre Oci di Venezia ospita la più ampia retrospettiva mai organizzata in Italia, dedicata al fotografo francese Jacques Henri Lartigue (1894-1986).
Pietrabbondante -  Teatro Sannitico - Credit Adelina Zarlenga È il Molise la meta top del 2020
Itinerario nella regione inserita dal New York Times tra i luoghi più belli da visitare nel mondo. A partire da Castel del Giudice (IS), simbolo di rinascita del Molise e delle aree interne d’Italia.
Castello di Brescia Scoprire Brescia
Gli itinerari e le idee di viaggio presentate in questa guida si propongono come uno strumento per esplorare Brescia e il suo territorio, osservandoli da diversi punti di vista.
Copyright © 2004-2020 MEMOKA P.IVA 08522530966 Tutti i diritti riservati.